Poliziotto muore nel sonno, trovato dalla mamma il mattino

Un poliziotto della Questura di Genova è stato trovato morto nella sua casa dalla madre, il cordoglio di tutti i colleghi per la scomparsa improvvisa

Tragico lutto nella Polizia ieri mattina nel grossetano. Il giovane poliziotto 23enne Francesco Magali è stato trovato morto dalla madre nel letto della sua casa di Grosseto. Si tratta di un decesso improvviso e inaspettato, molto probabilmente avvenuto nel sonno, per cause naturali, ma che ha sconvolto i colleghi della Squadra Volante in forza alla Questura di Genova.

A rinvenire il corpo esanime del ragazzo, la madre, che non vedendolo scendere per andare a lavoro si è insospettita ed è andata a chiamarlo nella sua camera dove dormiva. La chiamata immediata al 118 che però giunti sul posto non hanno potuto far altro che segnalarne il decesso.

La famiglia ha fatto sapere che Francesco non soffriva di alcuna patologia ed era in buona salute, verrà comunque fatta l’autopsia sul corpo per scongiurare qualsiasi cosa riguardo la morte.

LEGGI ANCHE –> Colto da un malore si schianta con il furgone: muore un imprenditore

Il cordoglio di amici e colleghi

LEGGI ANCHE –> Aggredisce il figlio, un uomo paga qualcuno per spezzargli le mani

Francesco Magali era un ragazzo dal cuore d’oro e di faceva voler bene da tutti. I suoi colleghi della Questura di Genova hanno deciso di lasciare un messaggio di condoglianze in sua memoria. Si tratta di un testo scritto con cuore che esprime tutto il rammarico di queste persone per la scomparsa improvvisa di Magali:

Il suono della sirena era quello che più di qualsiasi altra cosa al mondo riusciva a farti battere forte il cuore, con l’espressione trasognata di un bambino quando vede passare la macchina della Polizia. Si, perché tu questo lavoro hai iniziato ad amarlo sin da bambino”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Sei cresciuto con la divisa cucita addosso, come dicevano tuo padre e tua madre, sei cresciuto con l’esempio di papà Giuseppe, il tuo “super poliziotto” e la guida di mamma Masina, attenta e premurosa come solo una mamma sa fare. […] Siamo certi che anche lassù ti distinguerai per il tuo coraggio, il tuo altruismo e per il tuo splendido sorriso”.