C’è la pandemia, l’azienda ringrazia i dipendenti con 1000 euro

Pandemia, la Barilla regala1000 euro premio in busta paga ai dipendenti. Per ringraziarli per l’impegno profuso quest’anno

Acqua di cottura della pasta
Pasta (ulleo – Pixabay)

In tempo di pandemia la narrazione quotidiana è spesso poco felice. Nei momenti difficili, tuttavia, viene poi fuori chi ha altre visuali e si apre agli altri proprio perchè il momento è difficile per tutti. Accade, così, che una multinazionale, che non spiccano per lancio di cuori oltre l’ostacolo, decida di premiare i suoi dipendenti per la pandemia. E’ la Barilla: “Quello del 2020 sarà un Natale che tutti i dipendenti del Gruppo Barilla nel mondo ricorderanno non solo per le difficoltà legate al Covid-19 ma anche per un gesto di grande sensibilità sociale che questa azienda ha voluto compiere: 1.000 euro a ciascuno di loro, a prescindere dalla tipologia contrattuale, per ringraziarli per l’impegno profuso quest’anno”. Con queste parole, il segretario nazionale della Uila Uil Pietro Pellegrini ha annunciato ai dipendenti del gruppo la lieta notizia.

Leggi anche > Arriva il vaccino, il costo

pasta
spaghetti (pixabay)

Leggi anche > Governo, le misure per Natale

Pandemia, anche la Barilla premia i suoi dipendenti con un ricco bonus

ecobonus
bonus (pixabay)

L’azienda alimentare ha dovuto incrementare i flussi in questo periodo. La domanda del prodotto è cresciuta per effetto della pandemia e delle restrizioni che hanno tenuto a casa milioni di persone al mondo per lunghi periodi. Barilla ha fatto seguito anche ad altre note aziende che hanno premiato i dipendenti che hanno lavorato duramente durante il lockdown Si tratta di: Mutti, Granarolo, Rana, NovaCoop, Birra Peroni, Amadori, Ferrero, Bofrost, Nestlé, Heineken, Colussi, Lactalis, Galbani, Parmalat, Sigaro Toscano, Aia Tre Valli. Intanto il paese deve far fronte alla voglia di svago che caratterizza le festività natalizie.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Per questo motivo il Governo ha deciso in queste ore di per la linea dura: una sola zona rossa nazionale per le feste natalizie: dal 24 dicembre al 6 gennaio nei giorni festivi e prefestivi. Zona arancione, invece, per i giorni feriali. Ci saranno poi quattro giorni di zona arancione; si tratta delle giornate del:28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio.