Bollettino del 20 dicembre: aumentano i guariti nel nostro Paese

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, domenica 20 dicembre, ha comunicato i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Aggiornato lo stato dell’epidemia da Coronavirus in Italia attraverso la tabella sanitaria del Ministero della Salute. Oggi, stando ai dati, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza sono saliti a 1.953.185 con un incremento di 15.104 unità rispetto a ieri. In aumento anche i soggetti attualmente positivi che ammontano a 622.760 (+2.594). Il numero dei ricoveri in terapia intensiva risulta essere in calo: 2.743 pazienti in totale e 41 in meno di ieri. I guariti sono ad oggi 1.261.626 con un incremento di 12.156 unità. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 352 decessi che hanno portato il bilancio delle vittime a 68.799.

La Regione Emilia Romagna, si legge nelle note, ha comunicato l’eliminazione di 2 casi dei giorni passati, in quanto giudicati non casi Covid-19.
La Regione Campania ha segnalato di non aver al momento a disposizione i dati quotidiani sugli ingressi in terapia intensiva.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di sabato 19 dicembre

Coronavirus bollettino italia dicembre
(Getty Images)

Nella giornata di ieri il Ministero della Salute ha diffuso, come di consueto, la tabella sanitaria relativa al Coronavirus in Italia. Stando a quanto riportato, il numero delle persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza era salito a 1.938.083. Aumentavano i soggetti attualmente positivi che giungevano a 620.166. Diminuivano invece i ricoveri in terapia intensiva che contavano 2.784 pazienti. Il numero dei guariti era giunto a 1.249.470. Purtroppo si aggravava ancora il bilancio dei decessi per un totale a 68.447.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 19 dicembre: i dati dell’epidemia

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di venerdì 18 dicembre

Il Ministero della Salute nella giornata di venerdì ha reso noti i numeri sull’epidemia da Covid-19 in Italia. Il numero dei contagi complessivi era salito a 1.921.778. Di questi 627.798 erano gli attualmente positivi. Il numero dei pazienti in terapia intensiva invece era pari a 2.819, mentre quello dei guariti era salito a 1.226.086. Infine, nel bollettino, si evinceva che i decessi avevano subito un incremento, portando il bilancio a 67.894.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 18 dicembre: i numeri dell’epidemia in Italia

Covid, via libera Aifa su vaccino in Italia: le parole del presidente Palù

Buone notizie sul fronte vaccino anche in Italia. Fra pochi giorni sarebbe in procinto di arrivare l’autorizzazione. Dal 22 dicembre, infatti, potrebbe essere dato il via libera al Pfizer-Biontech. A darne notizia Giorgio Palù, presidente dell’Agenzia italiana del farmaco. Attraverso un’intervista il professore ha comunicato che l’Ema darà il suo benestare domani dopodiché la pratica passera in commissione Europea. L’Aifa passerà al vaglio il tutto, ma i finanziamenti sono stati già disposti, quindi l’autorizzazione è in arrivo nei prossimi giorni.

Quanto all’efficacia dei vaccini, Palù ha detto che sarà costantemente monitorata considerato che la pandemia ha portato ad un’incredibile e mai vista accelerazione dei tempi.

Il presidente dell’Aifa si è poi soffermato sulle differenze intercorrenti con il vaccino Moderna. Sostanzialmente quest’ultimo avrebbe maggiori capacità di conservazione e quindi sarebbe migliore in ottica distribuzione. Inoltre sarebbe in grado anche di attivare un processo di sterilizzazione, una sorta di immunità.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid, via libera Aifa su vaccino in Italia: le parole del presidente Palù

Covid e bambini, uno studio ha fatto emergere un nuovo sintomo neurologico

L’Università di Manchester e del Royal Manchester Children’s Hospital hanno condotto uno studio su quello che potrebbe essere un nuovo sintomo del Covid che si manifesterebbe nei bambini. Nei più piccoli, il virus, potrebbe manifestarsi con un effetto neurologico molto raro: la paralisi. Quest’ultimo in caso di infezione potrebbe comparire anche da solo, in assenza di altri sintomi.

Il cluster preso in considerazione era di 38 bambini appartenenti ad otto differenti nazionalità. In sostanza a seguito di approfonditi accertamenti neurologici è emerso che in alcuni di loro si erano registrate delle disfunzioni cognitive con importanti lesioni al tessuto spinale. Il danno, però, non sarebbe risultato gravissimo. La maggior parte dei piccoli sarebbe guarita o comunque sarebbe stato in procinto di esserlo. Purtroppo del gruppo, quattro non sarebbero sopravvissuti a causa di  altre patologie.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid e bambini, uno studio ha fatto emergere un nuovo sintomo neurologico

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Gli studiosi, però, hanno rilevato come si tratti di una sintomatologia molto rara. Il tasso di incidenza sarebbe, infatti, bassissimo.