Il caso Jean-Pierre: morto dopo il controllo della gendarmeria

Un dramma agghiacciante e incomprensibile quello relativo alla morte di Claude Jean-Pierre lo scorso 3 dicembre.

polizia francese
Polizia francese (Getty Images)

Un dramma agghiacciante, ma soprattutto incomprensibile, quello relativo al decesso di Claude Jean-Pierre. L’uomo, 67 anni, era sotto il controllo degli agenti di Deshaies (Guadalupa) il 21 novembre. Claude Jean-Pierre è morto lo scorso giovedì, 3 dicembre, presso la clinica universitaria (CHU) di Pointe-à-Pitre. La sua famiglia è ancora sconvolta per l’accaduto e chiede spiegazioni su dinamiche e cause sul decesso; tante domande si pongono i familiari della vittima, i quali non riescono a immaginare cosa abbia reso necessario il ricovero d’urgenza di Jean-Pierre. Sabato 21 novembre intorno alle 14:00, la vittima era vigilata nel centro del comune della Basse-Terre. In seguito, secondo quanto riporta un comunicato della famiglia, sono stati chiamati i servizi di emergenza perché Claude era stato colpito da un malessere.

LEGGI ANCHE >>> Meccanico definito “eroe” per aver picchiato a morte un pedofilo

I militari hanno ripetutamente negato di aver aggredito l’uomo

450 migranti evacuati
Polizia francese (GettyImages)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Caso Navalny: le parole del presidente Putin contro le accuse di avvelenamento

Lo SMUR (Le Service Mobile d’Urgence et de Réanimation), il servizio speciale per le emergenze, è dovuta immediatamente intervenire prende perché “il suo stato di salute stava peggiorando.” L’uomo è stato operato lo scorso 24 novembre. Al suo arrivo presso la struttura ospedaliera di Pointe-à-Pitre, la vittima riportava una duplice frattura cervicale, di cui una responsabile della compressione del midollo spinale; nonché diverse contusioni sul viso. Claude Jean-Pierre è morto pochi giorni prima del suo 68 ° compleanno, il 24 dicembre. I familiari della vittima si stanno mobilitando per richiedere “l’accesso alle immagini di videosorveglianza del municipio” al momento dell’arresto di Claude. Chiedono inoltre “il sequestro della IGGN” (‘Inspection générale de la gendarmerie nationale), l’unità di gendarmeria nazionale; insieme alla “sospensione degli ufficiali coinvolti” e alla “consultazione con uno o più giudici istruttori” per far luce sulla morte di Claude Jean-Pierre.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Polizia francese
Polizia francese (Getty Images)

Sebbene sia passata una settimana dall’autopsia del 68enne, alcun rapporto ufficiale è stato ancora comunicato.

Fonte: Cnews