Leali sul caso Genovese: “Alberto amava la donna che l’ha accusato di violenza”

Ancora dichiarazioni sul caso Alberto Genovese, questa volta a parlare è l’amico Daniele Leali che fa importanti confessioni in merito.

Alberto Genovese
Alberto Genovese (foto dal web)

Daniele Leali, amico di Alberto Genovese è stato intervistato e ha rilasciato informazioni in merito alla sera del 10 ottobre quando una ragazza lo ha denunciato di stupro nella sua casa milanese.

La ragazza di 18 anni ha confessato che il ricco imprenditore, durante una festa, l’avrebbe drogata e violentata.

L’amico Daniele Leali era presente al party ma ha rivelato di non aver visto una cosa simile e di non essere stato lui a portare la droga.

Attualmente Alberto Genovese, imprenditore che ha fondato molte start up di successo, si trova nel carcere di San Vittore dopo il caso della ‘Terrazza sentimento‘ dove giravano fiumi di droga e dove Genovese avrebbe abusato della 18enne.

LEGGI ANCHE –> Live Non è La D’Urso: Kristina era presente alle feste di Alberto Genovese

La difesa di Leali sul party del 10 ottobre

violenza donna
Violenza donna (Nino Carè – Pixabay)

Leggi anche —>>> Alberto Genovese abbandonato da tutti: ma sui social emerge la verità

Daniele Leali si difende: “Sono sempre stato lontano dal mondo della droga“, anche se ammette che durante il party del 10 ottobre la droga c’era e veniva servita sui piatti. Confessa di non essere lui l’ideatore delle feste ‘Terrazza sentimento’ dato che l’imprenditore le organizzava già prima di conoscerlo e dove partecipavano “artisti, manager, impiegati e imprenditori ma quasi tutte coppie e poi bellissime ragazze che si autoinvitavano”.

Tra queste la modella di 18 anni che ha accusato Alberto Genovese di stupro e che il nome venne inserito nella lista perchè portata da un’amica comune.

L’avvocato della giovane Luigi Liguori, aveva dichiarato che la sua cliente è stata torturata per 20 ore: “Neppure nei film dell’orrore si vedono cose di questo tipo. Nonostante abbia 25 anni di carriera e abbia seguito storie di ogni tipo, quando ho letto il decreto di fermo di Genovese ho dovuto fare una pausa per prendere fiato”.

Leali confessa di non aver mai avuto il sentore che succedessero queste cose durante i party organizzati in casa Genovese, ammette tuttavia che l’uomo non era felice: “Soffriva perché aveva sempre il dubbio che la gente gli stesse accanto solo per i soldi. Viveva male”.

Infine Leali confessa: “Alberto mi aveva detto di essere dispiaciuto per quello che aveva fatto e che era innamorato di lei“, comprendendo così che era successo qualcosa di grave.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

alberto genovese
Alberto Genovese (web image)

Eppure i dubbi sulla 18enne restano poiché “appena uscita dall’ospedale era di nuovo per feste e locali”.