Meccanico definito “eroe” per aver picchiato a morte un pedofilo

L’uomo è stato definito “eroe” per aver aggredito e ucciso un pedofilo, salvando la vita a due ragazzi.

Vladimir Sankin uccide un pedofiloRussia
Vladimir Sankin Russia (Mirror)

Un meccanico è stato definito “eroe” per aver picchiato a morte un pedofilo. L’uomo, nonostante abbia salvato la vita ai due ragazzi rapiti dall’aggressore, è stato condannato per omicidio. L’imputato è Vladimir Sankin, 34 anni, e rischia fino a 15 anni di carcere per ucciso un pedofilo, sebbene il suo gesto violento e disumano gli abbia consentito di liberare le due vittime del criminale. Sankin e i suoi sostenitori hanno protestato contro l’esito della sentenza; l’uomo è stato inoltre etichettato da alcuni di loro come un vero “eroe” per la sua azione. Tuttavia, durante il processo è emerso il decesso non  sarebbe avvenuto a causa dei colpi di bastone, sferzati con violenza da Sankin. I risultati dell’autopsia risultano chiari: il decesso è avvenuto soprattutto per congelamento e, di conseguenza, gli avvocati dell’uomo hanno chiesto clemenza ai giudici. “Mio figlio non è un assassino.”, si dispera la madre dell’accusato.

LEGGI ANCHE >>> Covid-19: l’enigma della nuova variante del virus

“Non avevo altra scelta: o passare inosservato o salvare i ragazzi”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Caso Navalny: le parole del presidente Putin contro le accuse di avvelenamento

Queste sono state le parole dell’uomo. “Sicuramente ogni uomo avrebbe fatto lo stesso al mio posto.”, dichiara Sankin. Secondo quanto riportano i media locali, i due ragazzi, di 10 e 14 anni, erano stati attirati nell’appartamento di Vladimir Zaitsev, precedentemente condannato per pedofilia. L’abitazione era localizzata nella città di Ufa, capitale della Repubblica del Bashkortostan e undicesima città più popolosa della Russia. L’aggressore, 54 anni, ha costretto le vittime a bere alcol, per poi abusarne sessualmente. Secondo la versione di Sankin, il ragazzo più giovane era riuscito a fuggire ed era sceso in strada per chiedere aiuto a un passante, il signor Sankin stesso, il quale è immediatamente soccorso sul posto.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Polizia russa
Polizia russa (Getty Images)

Tuttavia, le indagini preliminari hanno affermato che entrambi i ragazzi erano già stati liberati all’arrivo di Sankin. L’uomo è dunque accusato di omicidio colposo.

Fonte: Mirror