Bollettino del 21 dicembre: i numeri dell’epidemia in Italia

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, lunedì 21 dicembre, ha reso noti i dati dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha pubblicato il consueto bollettino relativo all’epidemia da Coronavirus in Italia. Oggi, stando ai dati, i casi di contagio sono saliti a 1.964.054 con un incremento di 10.872 unità rispetto a ieri. Tornano in calo i soggetti attualmente positivi che risultano essere 613.582 (-9.178), così come i ricoveri in terapia intensiva il cui numero complessivo è di 2.731 pazienti, ossia 12 in meno di ieri. Le persone guarite dall’inizio dell’emergenza sono 1.281.258 con un incremento di 19.632 unità. Si aggrava ulteriormente il bilancio delle vittime nel nostro Paese con 415 decessi registrati nelle ultime 24 ore che hanno portato il totale a 69.214.

La Regione Abruzzo, si legge nelle note, ha sottratto un caso dei giorni precedenti. Anche l’Emilia Romagna ha eliminato 2 casi dei giorni passati, in quanto giudicati non casi Covid-19. Infine, la Regione Campania ha segnalato di non poter fornire al momento i dati quotidiani sugli ingressi in terapia intensiva.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di domenica 20 dicembre

Coronavirus bollettino italia dicembre
(Getty Images)

Come di consueto anche nella giornata di ieri il Ministero della Salute ha diffuso la tabella aggiornata sull’epidemia da Covid-19 in Italia. Stando ai dati, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza erano saliti a 1.953.185 . In aumento anche i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 622.760. Il numero dei ricoveri in terapia intensiva risultava essere in calo: 2.743 pazienti in totale. I guariti erano 1.261.626. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 352 decessi che portavano il bilancio delle vittime a 68.799.

La Regione Emilia Romagna, si leggeva nelle note, ha comunicato l’eliminazione di 2 casi dei giorni passati, in quanto giudicati non casi  Covid-19. La Regione Campania segnalava di non aver a disposizione i dati quotidiani sugli ingressi in terapia intensiva.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 20 dicembre: aumentano i guariti nel nostro Paese

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di sabato 19 dicembre

Nella giornata di sabato il Ministero della Salute ha diffuso, come di consueto, la tabella sanitaria relativa al Coronavirus in Italia. Stando a quanto riportato, il numero delle persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza era salito a 1.938.083. Aumentavano i soggetti attualmente positivi che giungevano a 620.166. Diminuivano invece i ricoveri in terapia intensiva che contavano 2.784 pazienti. Il numero dei guariti era giunto a 1.249.470. Purtroppo si aggravava ancora il bilancio dei decessi per un totale a 68.447.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 19 dicembre: i dati dell’epidemia

Decreto Natale, multe e sanzioni elevate per chi non rispetta le norme

Il quadro generale è il seguente. I giorni 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre nonché 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio l’intero Paese sarà classificato come zona rossa. Ciò significa che in sostanza sarà un lockdown per cui sono previste solo poche deroghe. Oltre alle uscite consentite solo per comprovate esigenze, il Governo ha aperto anche alla possibilità che in casa si possano ricevere massimo due persone conviventi (nel cui computo non vanno calcolati minori di anni 14 e disabili). Ciò significa quindi che ci si potrà spostare per raggiungere un’abitazione privata di altro soggetto, ma rispettando queste indicazioni. Zona arancione, e quindi con le rispettive regole, i giorni 28, 29 e 30 dicembre nonché il 4 gennaio. Non si potrà lasciare il proprio comune, salvo ovviamente comprovate ragioni. Saranno vietati gli assembramenti e sarà obbligatorio indossare la mascherina.

Se questo è il quadro generale, nello specifico è necessario essere a conoscenza anche delle sanzioni in caso di violazione.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>  Decreto Natale, multe e sanzioni elevate per chi non rispetta le norme

Natale, pranzi e cene con i parenti: tutto quello che c’è da sapere

Festeggiamenti atipici per gli italiani che tradizionalmente nel periodo natalizio si lanciano in pranzi e cene ricchi non solo di cibo, ma anche di ospiti. Quest’anno non sarà possibile, a dettare le regole prima ancora del Governo la pandemia. L’Esecutivo, però, pur avendo optato per una linea dura, rendendo l’intero Paese zona rossa nei festivi e prefestivi, ha scelto di operare qualche deroga, in particolare la possibilità di invitare in casa due persone non conviventi.

Con l’ultimo d.l. sarà concesso di ospitare in casa due persone, escludendo dal computo i minori di anni 14 ed i disabili, che potranno, quindi, recarsi in altre abitazioni. Una misura che tende a non voler isolare le persone, purtroppo, sole. Per fare un esempio: dei genitori anziani potranno ricevere il proprio figlio ed il suo coniuge per pranzo ed a questi potrà aggiungersi anche il nipote, purché di età inferiore ai 14 anni.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>   Natale, pranzi e cene con i parenti: tutto quello che c’è da sapere

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.


Non solo, a poter essere invitati anche amici fidanzati essendo stata eliminata la nozione di congiunto.