Ingerisce una piccola batteria: bambina di 17 mesi muore dopo giorni di agonia

Nei giorni scorsi, bambina di 17 mesi è morta in ospedale in seguito alle ustioni provocate da una batteria che aveva ingerito per errore.

Bambina ingoia batteria muore
Ospedale (Getty Images)

Una bambina di soli 17 mesi è deceduta in ospedale, dove era stata ricoverata dopo aver ingerito una piccola batteria a bottone. La bimba è stata portata al pronto soccorso dai genitori dopo che quest’ultima aveva accusato forti dolori ed aveva iniziato ad avere difficoltà respiratorie. Giunta presso il Texas Children’s Hospital di Houston, negli Stati Uniti, i medici hanno provato in tutti i modi di salvare la vita alla piccola che, purtroppo, poco dopo è deceduta per le gravi ustioni provocate dalla batteria.

Leggi anche —> Ingoia batteria di un telecomando: bambino di soli 8 anni rischia di morire

Usa, ingoia batteria di un telecomando: bambina di 17 mesi muore per le ustioni

Bambino ingoia batteria Inghilterra
(Saulhm – Pixabay)

Leggi anche —> “Smetti di giocare ai videogames”: ragazzo aggredisce ed uccide il patrigno

Ha ingoiato una piccola batteria di un telecomando che le ha provocato gravi ustioni interne. È morta così una bambina di soli 17 mesi che era stata ricoverata la scorsa settimana presso il Texas Children’s Hospital di Houston, negli Usa. Stando a quanto riporta la stampa locale e la redazione del quotidiano britannico Daily Star, la piccola aveva iniziato ad accusare un malessere con febbre, vomito e difficoltà a respirare. I genitori hanno, quindi, deciso di portarla al pronto soccorso e poco dopo hanno capito cosa era accaduto accorgendosi che da un telecomando di casa mancava una pila.

Dopo il ricovero in ospedale, le condizioni della bimba si sono aggravate per via delle ustioni interne che la batteria le aveva causato sino a giovedì scorso, quando il suo cuoricino ha smesso di battere, nonostante i vari tentativi dei medici di tenerla in vita.

La madre della piccola, in un post su Facebook, ha descritto quanto accaduto come un dolore immane che non riuscirà mai ad esprimere. “Non potrò mai dimenticare –aggiunge, come riporta Il Daily Starquanto sia stato brutto guardare fuori dal finestrino dell’aereo sapendo che mia figlia non era con me“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Ospedale
(Silas Camargo Silão – Pixabay)

Per aiutare la famiglia colpita dalla tragedia a sostenere le spese per il funerale della bambina è stata creata una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe che in pochi giorni ha raccolto oltre 45mila dollari.