Volo Atlantic Southeast Airlines 529, schianto provoca incendio: 9 morti

Il secondo episodio della seconda stagione di “Indagini ad Alta Quota” racconta dello schianto del Volo Atlantic Southeast Airlines 529. L’impatto provoca un incendio e un bilancio di 9 morti

Atlantic Southeast Airlines 529 schianto incidente vittime cause
Atlantic Southeast Airlines 529 – Screenshot Video

I racconti di “Indagini ad Alta Quota”, documentario storico di “Discovery Channel” iniziano ad assumere contorni sempre più spaventosi e vertiginosi. L’ultimo dopo il primo episodio della seconda stagione riguarda la dinamica dell’incidente del volo “Atlantic Airlines 529”, con tratta di competenza che va da Atlanta-Harsfield-Jackson a Gulfport, negli Stati Uniti D’America.

Quel giorno, i passeggeri a bordo dell’aereo di linea erano 29, di cui 3 membri dell’equipaggio e 26 turisti/viaggiatori. Il velivolo della Embraer EMB 120RT Brasilia constatava di un assemblaggio di materiali a doppia turboelica. Una “chimera” nel cielo degli USA, che prima dell’impatto “fatale” aveva superato i 18mila cicli di volo.

All’interno, nella cabina di pilotaggio, oltre al comandante, vi era anche il co-pilota, alle prese con un registratore vocale e un apparecchio “segna dati” di volo

LEGGI ANCHE —–> Volo AeroPerù 603, schianto in pieno Oceano: condanna per negligenza

Volo Atlantic Southeast Airlines 529, la dinamica dell’incidente

Atlantic Southeast Airlines 529 schianto incidente cause
Atlantic Southeast Airlines 529 in volo – Screenshot Video

LEGGI ANCHE —–> Incendio accidentale a bordo del volo “Swissair 111”: non si salva nessuno

Erano le ore 12:23 del 21 Agosto 1995, quando il volo “Atlantic Airlines 529” effettuò il decollo, che da lì a poco, l’avrebbe accompagnato in direzione di un destino molto crudele. Aveva raggiunto oltre i 5.000 piedi d’altezza, quando i passeggeri a bordo udirono un tonfo, paragonabile al rumore del cassonetto di una pattumiera, in movimento.

Dapprima, la situazione era stata ravvisata come “sotto controllo”, ma in realtà la pala dell’elica della parte del motore di sinistra si era guastata. Così il velivolo inizia pian piano a perdere quota. In realtà si era pensato di far ritorno ad Atlanta, ma le brevissime tempistiche previste, per evitare l’impatto, non avrebbero suscitato la buona riuscita della missione.

Ed ecco che la rotta dell'”Atlantic Airlines 529″ virò in direzione di un atterraggio d’emergenza, nei pressi di una distesa della contea di Carroll (Georgia). Giunti nei pressi della nuova destinazione, i piloti a bordo non riescono ad evitare la cima di alcuni alberi, che precedevano il terreno della pista. Lo schianto sul terreno, a quel punto divenne ingestibile e l’impatto fu tumultuoso

LEGGI ANCHE —–> “British Airways 5390”, comandante fuori dal parabrezza: epilogo thriller

Le conseguenze dell’impatto e la tentata fuga dei passeggeri: le cause

Atlantic Southeast Airlines 529 schianto incidente incendio cause
Atlantic Southeast Airlines 529 precipita – Screenshot Video

Durante l’impatto sulla pista di atterraggio del “Atlantic Airlines 529”, tutti i membri dell’equipaggio rimasero incredibilmente illesi. Finchè durante le operazioni di evacuazione immediata si appiccò un vasto incendio, che provocò la morte di 2 persone, tra cui il comandante.

Il trasporto in ospedale fu immediato, in seguito alle gravi ustioni riportate da ben 7 passeggeri, provocate da quelle terribili fiamme. Dopo circa un mese, tutte le vittime di quell’incidente persero la vita, “dilapidate” dalle gravissime scottature.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da NTSB (@ntsbgov)

La NTSB si mise subito a lavoro per individuare le cause, dovute alla malformazione dell’elica e individuarono un indebolimento del metallo, prodotto da principi di corrosione di sostanze chimiche, atte ad agevolarne il movimento rotatorio. Segnalata dunque un’inadempienza degli nel lavoro degli operatori e la mancata effettuazione dei test ultrasuoni, per il perfetto funzionamento delle pale. Il licenziamento in tronco del personale addetto alla manutenzione non tardò ad arrivare