Coniugi uccisi a Firenze, i testimoni e quell’odore nauseante

È stata fermata la ex fidanzata di Taulant, il figlio in carcere dei coniugi uccisi, smembrati e abbandonati

E' un orrore senza fine quello che è stato rinvenuto nelle campagne
Firenze (Getty Images)

La terribile storia dei coniugi uccisi a Firenze, fatti a pezzi, e deposti in valigia, continua a lasciare attoniti. Intanto le indagini avanzano mentre si cerca una eventuale quinta valigia. Dopo la quarta, infatti, sono stati ricostruiti i corpi e manca ancora qualche pezzo. Intanto si cerca di carpire qualcosa dal vicinato della ben nota casa, fittata dall’ex fidanzata del figlio dei due coniugi, proprio a Firenze. Sono stati lì per l’ultima volta, prima di sparire cinque anni fa, poi la macabra scoperta che ha sconvolto Firenze e non solo. Le ultime testimonianze che arrivano dal vicinato, hanno portato le indagini verso l’ex fidanzata del figlio: “Vedemmo Elona con valigie dall’odore nauseabondo, disse che era vino che usciva da bottiglie rotte”, si legge su fanpage.

Leggi anche > Coniugi Firenze, i cattivi odori dal garage

Coniugi uccisi, una nuova testimonianza e un fermo

Intanto si indaga sulla possibilità che possano essere due coniugi scomparsi
Firenze (Getty Images)

Leggi anche > Uomo fa aggredire il figlio

La testimonianza arriva dal vicinato, da quella casa dove i due coniugi erano temporaneamente per poter far visita al figlio, rinchiuso nel carcere fiorentino. Quelle parole hanno insospettito gli investigatori. Così, la ragazza è stata fermata. Al momento non avrebbe rilasciato dichiarazioni, stando a quanto si legge su fanpage. I due coniugi albanesi sono scomparsi nel 1015. Erano a Firenze per vedere il loro figlio, in carcere, e sono però stati ritrovati a pezzi a distanza di cinque anni. L’appartamento si trovava al secondo piano a Scandicci, era dotato anche di garage. Spesso i vicini avevano sentito cattivi odori che arrivavano dal garage. Questo aveva incuriosito le indagini. Qualcosa non quadra e gli inquirenti vogliono vederci chiaro sentendo la ragazza. Inizialmente si era pensato ai cani.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Carcere
Carcere (Getty Images)

Alcuni vicini avevano affermato che scoprirono che erano i cani, tenuti in garage, a diffondere il cattivo odore. Ora, però, è venuta fuori una valigia dal quale usciva del liquido scuro. Una vicenda che ancora non ha un movente e dei responsabili.