Volo di linea “Air France 8969” coinvolto in un attentato missilistico: 7 morti

Il Volo “Air France 8969” è il terzo capitolo della seconda stagione di “Indagini ad Alta Quota”. Coinvolgimento in un presunto attentato terroristico

Air France 8969 presunto attentato
Rotta aerea dell’Air France 8969 – Screenshot Video

Il terzo episodio della seconda stagione di “Indagini ad Alta Quota” racconta di un volo di linea francese, coinvolto in un presunto attentato terroristico. Il velivolo in oggetto è un “Air France 8969” di “manodopera” marsigliese con tratta di competenza, Algeri (Algeria) e Marsiglia (Francia, zona Provenza).

La capienza dell’aereo era abbastanza voluminosa da poter contenere un numero sufficiente di passeggeri, tale da progettare una vera e propria catastrofe. Correva l’anno 1994, nonchè gli ultimi giorni del mese di Dicembre, quando tra i cieli sorvolava un “Airbus A300B2-1C” con 224 membri a bordo. Tra questi ultimi vi erano 12 operatori di bordo tra hostess, piloti e co-piloti e 4 affiliati di un gruppo terroristico islamico (GIA) armato

LEGGI ANCHE —–> Incendio accidentale a bordo del volo “Swissair 111”: non si salva nessuno

Volo “Air France 8969”, la presa in ostaggio dei passeggeri e l’intenzione dei terroristi

Air France 8969 presunto attentato
Evacuazione tumultuosa dall’Air Frnace 8969 – Screenshot Video

LEGGI ANCHE —–> Volo Atlantic Southeast Airlines 529, schianto provoca incendio: 9 morti

Prima di raccontare i dettagli dell’ennesimo episodio col fiato corto della saga “Indagini ad Alta Quota”, è bene conoscere la situazione politica del contesto temporale. All’epoca, il volo di linea “Air France 8969” che faceva scalo in Algeria non poteva ignorare le tensioni preesistenti nel “cuore” del governo centrale africano.

Un attacco terroristico di grandi dimensioni era dietro l’angolo. Per timore di possibili dirottamenti di missili terra-aria, ai membri dell’equipaggio veniva chiesta la prestazione volontaria del servizio a bordo aereo. La Guerra Civile in Algeria, a quei tempi era nel pieno delle controversie armate. Nel tentativo di un colpo di Stato organizzato dai miliziani islamici.

Vani gli interrogatori ufficiali presentati dagli esponenti politici francesi, sulle possibili sicurezze dei voli nella capitale africana del Mediterraneo. Da quì la responsabilità dei proprietari dell’Azienda aerea di competenza, di avviare i “cicli di volo” in quella direzione.

In uno di questi ultimi, corrispondente al velivolo di linea “Air France 8969” si consumò lo “spegnimento” di un presunto attentato, poi confermato, che prevedeva lo schianto sulla Tour Eiffel. Quell’aereo fu dirottato da un gruppo di 4 terroristi, che prima dello scalo in quel di Marsiglia, si macchiarono di omicidio volontario su 3 passeggeri a bordo

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Air France 8969 presunto attentato
Air France 8969 – Screenshot Video

Il viaggio filò tranquillo, almeno fino al momento dell’atterraggio. Non appena spalancati i portelloni per far defluire l’equipaggio, una squadra di gendarmieria francese fece irruzione nell’Air France 8969″ e fucilò i 4 attentatori, evitando quella che sarebbe potuta essere una vera e propria catastrofe