Anziana sbranata da cinque cani lupo. La figlia: “Li rivoglio con me”

Un’ anziana donna è morta nella provincia del capoluogo piemontese sbranata da cinque cani di proprietà della figlia, che adesso li rivorrebbe con sè

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da A Heist (@aheistwolfdog)

Una tragedia immane si è consumata all’interno di un appartamento di via Boves, a Grugliasco, in provincia di Torino. Un’anziana donna di 74 anni (Mariangela Zaffino) è stata uccisa, sbranata da 5 cani. L’ evento infausto si è consumato nel tardo pomeriggio del 18 Dicembre scorso.

A ritrovare il cadavere della vittima è stata la figlia, Simona Spataro, 48 anni, proprietaria degli animali di razza cane lupo cecoslovacco. Al momento dello svolgimento dei fatti, non si trovava nella propria abitazione. I vicini avevano dato un primo allarme, dopo aver sentito le urla della signora. Sono stati immediatamente chiamati i vigili e carabinieri. Purtroppo per la donna non c’è stato niente da fare. La vittima, da quanto emerge dalle prime ricostruzioni, conosceva bene i cani e spesso li accudiva o li portava in giro in assenza della padrona. Si sta cercando ancora di capire le esatte dinamiche che hanno portato alla tragedia. Gli animali adesso si trovano all’ospedale veterinario universitario di Grugliasco.

Simona Spataro, nonostante i fatti avvenuti, vorrebbe avere restituiti i propri cani. Le indagini sul cadavere della signora Zaffino sono state predisposte dal pm Francesca Traverso; sarà necessario verificare se sia morta dissanguata per le ferite inferte dai morsi dei cani o se abbia avuto un precedente malore. Importante capire è l’indole degli animali e se tutti e cinque abbiano preso parte all’aggressione.

LEGGI ANCHE>>>Tragedia sulle strade, intera famiglia precipita in una scarpata: morta ragazza di 16 anni

Anziana sbranata. Indagata la figlia per omicidio colposo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Maurizio Stendardi (@mauriziostendardi)

LEGGI ANCHE>>>Papa Francesco, dimissioni in vista del 31 dicembre? Il Vaticano non smentisce

La figlia della vittima è nel frattempo indagata per omicidio colposo; continua a visitare i propri cani, due adulti e tre cuccioli, che sono stati opportunamente separati. E’ lei che li porta in giro due volte al giorno mentre si provvede alla pulizia dei box dove sono confinati, poiché è l’unica persona in grado di tenerli quieti.

La vicenda porta alla luce una questione che si discute da tempo riguardo alla necessità di rilasciare un patentino per coloro che intendono tenere con sè determinate razze di cani. Enrico Moriconi, garante per i diritti degli animali della Regione Piemonte ha detto:      “Sarebbe un modo per intercettare chi si mette in casa cani difficili da gestire senza averne le capacità o sprovvisto di spazi adatti.” La stessa Spataro viveva in un bilocale assieme alla madre e a cinque cani lupo cecoslovacco.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Carlos Enriquez Salgado (@alphasoulkennel)

Moriconi inoltre auspica l’istituzione di un corso da far frequentare per coloro che vogliano adottare qualsiasi tipo di cane “sia perché la definizione di razze pericolose si presta a ghettizzazioni scorrette, ma anche perché crediamo che si debbano istruire i proprietari a tenere in modo corretto qualunque tipo di cani, anche i più piccoli, perché per esempio non mordano altri animali o non abbaino quando sono soli in casa”.

Sarebbe un modo anche per controllare chi voglia lucrare sulla compra vendita di razze particolari. Un cucciolo di Cane Lupo Cecoslovacco, per esempio, può arrivare al prezzo di 2500 euro.