Muore a 98 anni George Blake: agente doppio britannico e spia del Kgb

Muore oggi il celebre agente segreto della Guerra Fredda che negli anni ’50 passò informazioni all’URSS, tradendo i suoi compagni.

George Blake
George Blake (Getty Images)

Muore all’età di 98 anni uno tra i più celebri agenti segreti della Guerra Fredda. A dare la notizia, Sergei Ivanov, il portavoce del Servizio dell’Intelligence estera russa all’agenzia di stampa Tass. George Blake è stato un agente segreto britannico. La sua attitudine da Giano Bifronte, lo portò tuttavia a tradire silenziosamente i suoi compagni, mettendosi al servizio del Kgb sovietico, Комитет государственной безопасности (Comitato per la Sicurezza dello Stato), durante gli anni Cinquanta. Ex membro della resistenza nei Paesi Bassi durante la seconda guerra mondiale e, in seguito, agente dei servizi segreti britannici dell’MI6 durante la guerra fredda, George Blake ha offerto i suoi servizi all’URSS, dopo aver assistito ai bombardamenti americani in Corea.

LEGGI ANCHE >>> Omicidio in famiglia: uccide il padre della ragazza a Natale

La talpa britannica reclutata dai servizi segreti dell’URSS

George Blake
George Blake (Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Ohio: ondata di proteste per la sparatoria contro l’uomo di colore disarmato

La vita di George Blake è piena di colpi di scena, tra cui la spericolata fuga dal carcere nel 1966. George e altri compagni di cella, quali l’irlandese Sean Bourke e due attivisti antinucleari, sono riusciti a evadere le sbarre di Wormwood scrubs in Inghilterra; luogo dove l’agente era stato condannato a 42 anni di reclusione nel 1961. In fuga, George Blake riesce ad attraversare la cortina di ferro attraverso la Repubblica Democratica Tedesca (RDT). Celebrato come un eroe a Mosca, Blake ha ricevuto il grado di colonnello dai servizi segreti sovietici e fu fu insignito della più alta onorificenza nazionale: l’ordine di Lenin. L’agente doppiogiochista fornì i nomi di centinaia di agenti al KGB e rivelò l’esistenza di un tunnel segreto a Berlino Est usato per spiare i sovietici. Inoltre, divorziò dalla moglie britannica, dalla quale ebbe tre figli, per sposare una donna sovietica, dalla quale ebbe un altro figlio.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

L’inganno e l’abbandono dell’Inghilterra per l’Unione Sovietica di George ispirò il romanzo di Ronald Kirkbride, The Short Night, nonché l’omonimo progetto cinematografico di Alfred Hitchcock, mai ultimato a causa delle sue condizioni di salute del regista.

Fonte Cnews