Giovane pasticcere muore a soli 22 anni: il triste destino di Elia

Un giovane pasticcere di 22 anni è morto nel giorno di Natale a Fossano, in provincia di Cuneo, dopo aver lottato contro un tumore.

Giovane Pasticcere morto Fossano
(Thanks for your Like • donations welcome -Pixabay)

Lutto a Fossano, in provincia di Cuneo, che piange la scomparsa di un ragazzo di 22 anni, deceduto nel giorno di Natale dopo aver lottato a lungo contro un male incurabile. Il giovane lavorava in una nota pasticceria del Paese da tre anni, lavoro che amava e che svolgeva con grande passione anche negli ultimi tempi nonostante la malattia diagnosticatagli un anno fa. Dopo la tragica notizia, numerosi sono stati i messaggi di cordoglio, apparsi anche sui social network, da parte di amici e conoscenti.

Leggi anche —> Lutto nel mondo del wrestling: morta un’icona della WWE

Cuneo, giovane pasticcere muore per un tumore a soli 22 anni: tragedia nel giorno di Natale

Nocera neonata morta ospedale
(Richard Revel – Pixabay)

Leggi anche —> “Vado via, non mi sento bene”, poi la tragedia: giovane barman trovato senza vita

Un ragazzo è deceduto il giorno di Natale a Fossano, comune in provincia di Cuneo, stroncato da un male incurabile. Elia Abrate, dipendente della pasticceria Giuffrida lottava da un anno contro un tumore che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Dopo la terribile diagnosi, come riporta la redazione de La Stampa, il giovane aveva iniziato un percorso di cure, ma negli ultimi giorni le sue condizioni sono peggiorate sino al giorno di Natale quando il suo cuore ha smesso di battere.

Elia, dopo aver conseguito il diploma presso la Scuola salesiana delle Arti Bianche a Savigliano ed aver svolto un periodo di tirocinio in due panetterie, tre anni fa aveva iniziato a lavorare presso la storica pasticceria, un lavoro che amava e svolgeva con grande passione con il sogno nel cassetto di aprire un giorno una pasticceria tutta sua.

Il titolare dell’attività, Antonio Giuffrida, come riporta La Stampa, ha ricordato Elia come un ragazzo solare, gioioso, generoso e molto disponibile che non si sottraeva mai al lavoro nonostante quest’ultimo si allungava fino a tardi. “Sono molto addolorato –conclude Giuffrida- per me è un duro colpo, come perdere un figlio“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

In un giorno così speciale …non ci dovevi abbandonare…ti ho veramente voluto bene sei stato un vero amico come un…

Pubblicato da Antonio Giuffrida su Venerdì 25 dicembre 2020

Elia lascia i genitori e tre fratelli. I funerali verranno celebrati domani, lunedì 28 dicembre, alle ore 10:30 presso la chiesa parrocchiale di Santa Maria del Salice a Fossano.