Codice della strada, novità per la sospensione della patente

Codice della strada: sospensione della patente di guida in caso di violazioni, si passa da 3 a 5 segnalazioni

Bollo auto in Veneto, rinvio del pagamento a giugno 2021. In arrivo anche novità
Auto (Foto di Arek Socha da Pixabay)

Il 16 dicembre scorso è stato emanato il decreto delegato n.216 che modifica il codice della strada. La novità riguarda la sospensione della patente. Si passa da tre a cinque violazioni necessarie per sospendere la patente. Un agevolazione per chi guida che arriva per effetto dell’aumento importante del numero delle sospensioni che si è avuto negli ultimi tempi. Questo è accaduto anche per effetto dell’aumento del numero delle installazioni di autovelox lungo le strade italiane. Ricapitolando, si incorre in sospensione della patente se negli ultimi due anni solari si commettono almeno cinque violazioni e non più tre. Inoltre, a fare da contrappeso alla norma di alleggerimento, c’è l’inserimento di altre due violazioni che possono portare alla sospensione. Si tratta della circolazione in presenza di neve o ghiaccio o fenomeni nevosi in atto senza aver adeguatamente montato gomme termiche o catene; e dell’utilizzo di “cuffie sonore, apparecchi radiotelefonici o smartphone impiegando una o entrambe le mani”.

Leggi anche > Tragedia di Natale, bimba si spara

Codice della strada, la novità per la sospensione della patente

Bambino morto in auto
Incidente auto (Getty Images)

Leggi anche > Malore fatale, muore giovane padre

Ulteriore cambiamento riguarda il costo per ottenere documentazioni video per incidenti stradali. Il costo ha un aumento notevole e si passa dalle 20 alle 100 euro. La patente di guida viene sospesa nei seguenti casi: si guida in stato di ebrezza; si guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; si procurano incidenti stradali con lesioni colpose; per provvedimenti delle autorità giudiziarie. Intanto, scende in maniera notevole la mortalità stradale nel 2020 per effetto del lockdown. Lo riferisce l’Aci. Le stime Aci-Istat riguardanti i primi nove mesi del 2020, sottolineano un calo, rispetto allo stesso periodo del 2019, di incidenti con lesioni (-29,5%), vittime (-26,3%) e feriti (-32%). Dal 1° gennaio al 30 settembre 2020 i 90.821 incidenti hanno causato 1.788 morti e 123.061 feriti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

bollo auto novità
Auto (Pixabay)

Tuttavia, nonostante il calo l’obiettivo fissato in sede europea della riduzione del 50% dei sinistri mortali non viene raggiunto. Fino al 30 settembre 2020, il numero dei morti da incidenti stradali ha avuto un calo del 43,1% rispetto al 2010 e di oltre il 66% rispetto al 2001.