Non solo pandemia, 2020 anno proficuo per l’ambiente

Nel 2020, nonostante la pandemia da Covdi-19, per l’ambiente si sono registrati dei fenomeni positivi che fanno ben sperare.

Ambiente 2020
(Getty Images)

Un anno decisamente negativo questo 2020. La pandemia da Covid-19 scoppiata nei primi mesi dell’anno ha trascinato il Pianeta in un vortice nero di cui solo ora, con la somministrazione del vaccino, pare si inizi a vedere la fine. Dal punto di vista ambientale non è andata meglio: innalzamento delle temperature, scioglimento dei ghiacciai, non hanno di certo sollevato la situazione.

Eppure nell’arco di questi 12 mesi qualcosa di buono per la natura è accaduto.

Leggi anche —> Quanto prodotto dall’uomo pesa più della biomassa della Terra: la scoperta

Le conquiste dell’ambiente nel 2020: le cose positive accadute quest’anno

Boschi cambiamento climatico CO2
(Getty Images)

Leggi anche —> Cambiamento Climatico, anche i ristoranti faranno la loro parte: “Cool food meals”

Con il lockdown a livello globale, le emissioni di carbonio sono scese drasticamente ed passi in avanti verso un’energia sostenibile hanno continuato ad essere compiuti. Sia negli USA che in Europa, come riferisce la redazione dell’Huffington Post, ha continuato a registrarsi un allontanamento dal carbone. Obbiettivo quello della neutralità climatica che stanno perseguendo ben 16 Paesi del Vecchio Continente. Così anche la Cina, più grande importatore al mondo di carbone ha dichiarato che non ne farà più entrare nei propri confini. Con le energie rinnovabili si soddisferanno nei prossimi 10 anni quasi la totalità dei bisogni della popolazione.

Con la pandemia numerosi sono i Paesi che, sfruttando la ripartenza, hanno deciso di non abbandonare i propri propositi green, anzi, nelle loro agende hanno mantenuto prioritari i target legati all’ambiente. Ed è proprio battendo su questo punto che Nazioni come il Canada, la Corea del Sud ed il Giappone hanno fissato un termine entro cui azzereranno le loro emissioni.

Ma i grandi passi in avanti non sono stati compiuti solo dagli Stati, anche i privati hanno fatto la loro parte, come le banche e le grandi aziende. Esempio è la Microsoft che ha quale obbiettivo quella di divenire carbon-negative entro il 2050. La BlackRock, grande società di investimenti, ha deciso di accogliere più lentamente denaro proveniente da aziende impiegate nel settore del fossile. Ciò da quando il suo CEO ha reso noto che il “cambiamento climatico è un investimento troppo rischioso“.

Infine, come riporta l’Huffington Post, sono aumentate le campagne di sensibilizzazione nei confronti della scelta degli alimenti da inserire nelle proprie diete. Appurato che il cibo influisca in maniera determinante sul cambiamento climatico, numerose sono state le regolamentazioni e le campagne informative che invitano i cittadini ad essere maggiormente responsabili.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Pannello solare
(Getty Images)

Da non dimenticare anche gli investimenti che numerose nazioni stanno facendo sull’idrogeno, una nuova forma di energia ultra pulita.

M.S.