L’Eredità ha un nuovo campione, deve solo fare pratica alla Ghigliottina

Spunta un nuovo campione nel programma L’Eredità condotto da Insinna, che nel frattempo si è anche scusato per l’errore su Cavour

L’Eredità ha un nuovo campione, deve solo fare pratica alla Ghigliottina
L’Eredità Elvio (screen programma)

Il programma L’Eredità, il quiz televisivo di Rai1 condotto da Flavio Insinna ogni giorno prima del telegiornale, ha sempre grandi colpi di scena per i suoi telespettatori. Non bastava l’uscita a sorpresa la vigilia di Natale di Massimo Cannoletta e l’ingresso del nuovo campione di Solesino, Luca Fusar.

Nuovo cambio di scena e nuovo campione. Luca ieri è stato boicottato e messo da parte da una nuova new entry. Nel triello arrivano infatti Claudio, Francesco ed Elvio con in mano 70mila euro cadauno.

Vince Elvio – soprannominato “il timido” da Insinna per la sua difficoltà nel parlare davanti le telecamere – che si presenta alla Ghigliottina con 210mila euro, ridotti però poi a 26.250 euro. Le parole da unire tra loro sono tradurre, comune, abilità, apertura, esame, Elvio prova con manuale, ma quella giusta era pratica. La rivincita nella puntata di stasera sempre alla stessa ora.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Giulia De Lellis si presenta in intimo ed è qualcosa di unico, slip e reggiseno da urlo – FOTO

Scattano le scuse di Insinna, errore clamoroso

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mario Adinolfi (@marioadinolfi71)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Melissa Satta, ventre scoperto, post da colpo al cuore – FOTO

L’errore della notte di Natale compiuto dal programma continua a far parlare anche se sono trascorsi alcuni giorni e così ieri sera Insinna si è scusato pubblicamente davanti a tutti i telespettatori fedelissimi della trasmissione storica.

La gaffe era stata segnalata dal giornalista Mario Adinolfi con un post diventato virale dopo la condivisione su Facebook e Instagram. In una domanda del quiz si chiedeva infatti al concorrente di rispondere su alcune frasi di Cavour dette nel 1869, peccato che in quella data il politico era già morto da 8 anni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da L’Eredità (@leredita_fans)

Un altro bel colpo piazzato dal direttore Coletta. La Rai, la principale azienda culturale italiana. In mano agli ignoranti. Una perfetta fotografia del Paese” ha scritto Adinolfi visibilmente inalberato.