Gigi Proietti: chi è stata l’eterna musa ispiratrice dell’istrione

L’inimitabile trasformista romano, Gigi Proietti, ha sempre avuto al suo fianco una musa ispiratrice degna del suo cuore.

Gigi Proietti musa eterna
Gigi Proietti (Getty Images)

Attore poliedrico, inimitabile trasformista Gigi Proietti: il Maestro romano conosciuto in tutto il mondo per il suo talento, e venuto a mancare lo scorso 2 novembre, lascia dietro di sé un repertorio impossibile da dimenticare. Molto di lui resterà nel cuore degli italiani, così in quello delle persone che hanno potuto godere del suo affetto ancor più da vicino. Fra queste si colloca una musa ispiratrice, presenza prima nella sua vita non solo d’artista ma in primis anche di uomo.

Leggi anche —>>> “L’urtimo romano”, l’omaggio in musica a Gigi Proietti – VIDEO

Gigi Proietti: l’artista attraverso gli occhi della sua musa

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da • Milena • (@milena_esp19)

Potrebbe interessarti anche —>>> Gigi Proietti e l’ulteriore strazio: con cosa si farà seppellire

L’amato istrione dello spettacolo è sempre stato infinitamente dedizioso in merito alla sua vita privata. Nessun eccesso da ricordare e soprattutto alcuna propensione ad esporre al suo pubblico i particolari delle sue vicende personali. Una caratteristica che accomuna davvero pochissimi artisti, eppure data la palese ed indiscussa professionalità di Gigi, dimostrata nel corso della sua vita, non si tratterebbe di una novità.

Il celebre Mandrake del piccolo e grande schermo non si è mai sposato, eppure sin dagli inizi dei libertini anni ’60 la sua anima è stata un tutt’uno con quella di Sagitta Alter, rivestendo il ruolo di musa ispiratrice quanto di una meravigliosa compagna. In una nota intervista lui stesso aveva riferito come unirsi in matrimonio sarebbe stato “superfluo”. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Rominavaccarini (@vaccariniromina)

I due infatti, secondo il suo parere, si appartenevano da tempi immemori e così sarebbe stato per l’eternità: “siamo antichi concubini”, se si fa attenzione le sue parole sembrano risuonare ancora adesso. I loro sguardi si sono incontrati nel 1962, Gigi poco più che ventenne avrebbe fin da subito riconosciuto in Sagitta, all’epoca sorprendente guida turistica, colei che le avrebbe rubato il cuore.