Lino Banfi, il retroscena di Com’è Dura la Vita: “Mi costrinse a farlo”

Lino Banfi, il retroscena di Com’è Dura la Vita: “Mi costrinse a farlo”. Stiamo parlando di uno dei film più amati di sempre, con Paolo Villaggio protagonista insieme a lui

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lino Banfi (@lino.banfiofficial)

Stasera andrà in onda il film “Com’è dura la vita“, che vede come protagonisti Paolo Villaggio e Lino Banfi, diretto da Flavio Mogherini e uscito nel 1987. L’attore pugliese ricorda dei momenti bellissimi ed esilaranti trascorsi con il suo collega. I due attori erano davvero molto affiatati, sul set diventarono grandi amici e per anni hanno condiviso momenti veramente importanti.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE –> Johnny Depp, tutti i suoi film spariscono da Netflix: il motivo

Lino Banfi e Paolo Villaggio, il retroscena di Com’è dura la vita

 

Durante le riprese, Paolo portò a Lino ad una bancarella poco allettante, con tante mosche e dove vendevano un cous cous davvero orribile. “Lui faceva schifezze atroci e mi costrinse ad ingurgitare un cous-cous disgustoso, che lui mangiò con gusto. Dopo gli ho chiesto: “Ti è piaciuto davvero?”. “Macché, era ‘na ca**ta!”. “E allora perché te la sei mangiata?”. “Così” ha risposto. Era fatto così“.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE –> Carlo Verdone: “No ai film in streaming, non ho voluto farlo uscire così”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Com’è dura la vita racconta la storia di un industriale del vaserotto, che per incassare una polizza assicurativa sostanziosa decide di far affondare la propria barca. Il suo complice, però, non riesce a raggiungere il porto del Marocco, dove il natante è ormeggiato.