Omicidio efferato a Dalmine: la vittima è un noto politico

Omicidio efferato a Dalmine: colpito alla testa e morto sul colpo nel cortile della sua abitazione un uomo di 68 anni, era un esponente della Lega

Omicidio efferato a Dalmine
Franco Colleoni (foto dal web)

Una vera tragedia quella che si è consumata questa mattina a Brembo di Dalmine, la frazione del noto comune in provincia di Bergamo. Un omicidio in piena regola e anche molto efferato che ha coinvolto un noto politico della zona. Aveva solo 68 anni ed i ruoli politici che aveva ricoperto erano di spicco.

Si tratta di Franco Colleoni che questa mattina è stato trovato morto in via Sertorio, nel cortile della sua abitazione. Si tratta dell’ex segretario provinciale della Lega, aggredito e colpito alla testa dai suoi aggressori e morto sul colpo. Inutili sono stati, infatti, gli interventi del 118.

La proprietà nella quale Colleoni è stato trovato morto ospita anche il ristorante di sua proprietà denominato “Al Carroccio” a testimonianza del forte amore che aveva per la Lega. Tutte da definire bene ancora le dinamiche dell’omicidio sul quale indagano i carabinieri di Treviglio.

LEGGI ANCHE –> Lutto in politica, addio a storico sindaco di Milano

Omicidio efferato Dalmine, ammazzato Franco Colleoni

Carabinieri
Carabinieri (mino21 – Adobe Stock)

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, dal 7 gennaio tornano le fasce per regioni

È avvolta nel mistero ancora la morte di Franco Colleoni che questa mattina è stato trovato morto nella sua proprietà. L’uomo è stato trovato con il cranio sfondato e per questo i carabinieri ipotizzano che si tratta di un omicidio. Tutti da capire i motivi di un agguato e di un assassinio così feroce.

Per il momento le informazioni a riguardo sono ancora troppo poche. L’unica certezza sta nel fatto che all’arrivo dei sanitari del 118 il 68enne era già morto.

Franco Colleoni era molto legato alla passione politica e alla sua Lega. Tra il 1999 e il 2004 era stato infatti segretario provinciale della Lega a Bergamo. In precedenza, tra il 1995 e il 1999, aveva ricoperto anche la carica di assessore provinciale nella giunta guidata da Giovanni Cappelluzzo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

carabinieri
carabinieri (getty images)

Colleoni era stato uno dei primissimi sostenitori della Lega anche se nell’ultimo periodo non aveva nascosto di aver sostenuto il Movimento 5 stelle.