Ricky e Barabba, lo strano retroscena del film cult anni Novanta

Si tratta di un film riproposto spesso in tv, Ricky a Barabba con Renato Pozzetto e Christian De Sica nasconde al suo interno alcuni aspetti non noti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christian de Sica (@christiandesica35official)

Spesso viene riproposto in tv perché “Ricky e Barabba” è uno dei fil cult degli anni Novanta, pellicola diretta e interpretata da Christian De Sica, con Renato Pozzetto, Francesca Reggiani, Franco Fabrizi, Bruno Corazzari e Sylvia Koscina.

La trama vuole Pozzetto – alias Ricky Morandi, prossimo al fallimento, ha perso infatti in un anno 40 miliardi, che tenta di suicidarsi impiccandosi ad un ponte, ma viene salvato per caso dal barbone Barabba, interpretato da De Sica. La situazione però si ribalta alla fine, quando grazie all’aiuto di Barabba, Ricky riesce a smascherare la moglie adultera e riacquistare i soldi della sua società.

Esistono però alcuni retroscena che non sono mai stati resi noti al pubblico di telespettatori della commedia all’italiana, vediamoli insieme.

LEGGI ANCHE -> Danza con me, momenti di tensione tra Michelle Hunziker e Roberto Bolle

La gelosia di Pozzetto, il retroscena che non ci si aspetta

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Artemio (@renato_pozzetto_fan_club)

LEGGI ANCHE –> Paola Turani: che fatica la ciaspolata, l’Instagram verità non mente e il Serpella immortala tutto – FOTO

La pellicola girata nel 1992 vuole una certa gelosia di fondo da parte dei due protagonisti principali. Sembra infatti che Christian De Sica, durante un’intervista rilasciata poco dopo l’uscita nelle sale del film, dichiarò che all’inizi la parte del miliardario fallito doveva essere sua, mentre Renato Pozzetto avrebbe interpretato il barbone Barabba.

Pozzetto però si impose ripetutamente per non indossare i panni del clochard che reputava non calzargli nel modo migliore. Nonostante De Sica fosse titubante all’inizio accettò e sembra nel riguardare il film, a distanza di anni, che la scelta non sia stata più azzeccata.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Artemio (@renato_pozzetto_fan_club)

Un altro retroscena “raccapricciante” del film è la scena cult in cui De Sica spalma il caviale sulle tartine utilizzando l’unghia della mano destra. Si tratta di un aspetto che lo stesso attore confermò nell’intervista dichiarando che si fece crescere l’unghia appositamente per la scena, che forse non sarebbe stata gradita con Pozzetto impegnato nella parte del barbone.