Torino: indagati due negazionisti che bloccarono un’ambulanza

Indagati i due negazionisti che, a Torino, inseguirono un’ambulanza: volevano dimostrare che all’interno non vi era alcun paziente

indagati due negazionisti
(Getty images)

Sono indagati per interruzione al pubblico servizio i due negazionisti che, a Torino, il 6 novembre scorso inseguirono un’ambulanza a bordo di un suv. Un uomo e una donna, entrambi torinesi, volevano dimostrare come i mezzi di soccorso in città in realtà mirino solo a spaventare la popolazione.

Dopo la denuncia, la donna avrebbe negato di essere una negazionista e ridimensionato l’accaduto sostenendo di non aver ostacolato nessuno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Covid-19, donna guarita da mesi affetta ancora da parosmia

Accusati di aver ostacolato un’ambulanza in servizio: indagati due negazionisti torinesi

indagati due negazionisti
(Getty Images)

Avrebbero inseguito e bloccato un’ambulanza in servizio i due negazionisti che, il 6 novembre scorso, volevano dimostrare come i mezzi di soccorso si spostino solo per spaventare gli abitanti, senza avere alcun paziente a bordo.

Così un imprenditore e una donna di Torino, a bordo della loro auto, hanno filmato l’inseguimento in tangenziale di un’autoambulanza, per dimostrare che il suo interno era vuoto. Il mezzo, invece, era diretto verso un’abitazione per prelevare un sessantenne con problemi di respirazione. I conducenti, accortosi dell’inseguimento, avrebbero chiamato le forze dell’ordine mentre, i due negazionisti, si sono lasciati andare ad una serie di improperi rivolti ai sanitari.  

In seguito alla denuncia e all’identificazione, i due avrebbero negato di essere dei negazionisti ridimensionando l’accaduto e sostenendo di non aver ostacolato alcun mezzo in quanto l’ambulanza “non stava svolgendo un vero intervento”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ufficiale terzo lockdown: situazione allarmante

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

indagati due negazionisti
(Getty Images)

Il 118 avrebbe poi provveduto ad inoltrare ai legali della Città della Salute i verbali dell’accaduto. Attualmente i due torinesi sono indagati per interruzione di pubblico servizio.