Entra in ricevitoria e sbanca tutto con un “gratta e vinci”: “Non si è trattenuta e…”

Il cliente abituale di una ricevitoria d’Italia stavolta ha centrato la “fortuna”, portandosi a casa una cifra “enorme”: “Non ce la faccio…”

ricevitoria gratta vinci sbanca tutto
Tabaccheria (Wikipedia)

Quante volte sentiamo parlare in questo periodo di vincite all’enalotto o ad un semplice “gratta e vinci”. Tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo anno, alcune persone hanno fatto rima con la “fortuna” espressa in denaro. Dal Sud al Nord Italia, considerato il periodo che corre, questi “eventi” fanno molto testo.

Prima di esplodere i fuochi d’artificio di fine anno, un signore aveva ritirato il ticket più vincente della storia, ignaro che da lì a qualche giorno avrebbe decuplicato la “fortuna”. Era accaduto nei pressi di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno e non ha potuto non festeggiare un capodanno degno di nota.

Anche in occasione dell’Epifania, la “dea bendata” è tornata a rendere indimenticabili le esistenze di alcune persone. Stavolta la freccia della “fortuna” ha colpito verso settentrione e più precisamente a Gai di Torre di Pordenone

LEGGI ANCHE —–> Gratta e Vinci nascosto in casa: l’incredibile scoperta

Porta a casa una vincita “mostruosa”: la storia dell’anziana più fortunata d’Italia

gratta vinci sbanca tutto ricevitoria
Gratta e vinci

LEGGI ANCHE —–> “Gratta e Vinci”, il sistema impeccabile per portarsi a casa una “fortuna”

Il 2020 ha lasciato strascichi quasi irriparabili, a fronte di un’epidemia che da sola ha messo in ginocchio l’intero pianeta. Anche l’Italia ha risentito gli effetti della malattia da SARS Cov-2, devastando l’esistenza di molti e privando molte persone del proprio lavoro.

Le restrizioni concesse dal DPCM hanno imposto il veto sull’apertura delle saracinesche, ma hanno lasciato intatti gli abituè dei clienti di ricevitoria. Che mai come stavolta sperano nella “giocata” vincente, aggrappandosi inevitabilmente alla dea bendata.

Ieri una nonna di famiglia, accompagnata dalla nipote a “pagare” una classica utenza casalinga, entra nel tabacchi di Gai di Torre di Pordenone e raccoglie il biglietto più vincente della storia. Non poteva credere ai suoi occhi, quando l’ultimo tassello di un “gratta e vinci” da 10 euro gli ha scoperto il valore della somma.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

ricevitoria gratta vinci sbanca tutto
Gratta e Vinci in ricevitoria

Ben 2 milioni di euro per nonna e nipote dunque che rientrano in ricevitoria per riscuotere l'”enorme” vincita al ticket “Tiplo Colpo”. “Non riesco a mantenermi all’inpiedi” dichiara esterrefatta e incredula di aver riscosso una vincita così roboante che considerate le vaste “proporzioni” andrà a riscuotere, attraverso un assegno, direttamente in banca