Tragedia sul lavoro, operaio travolto ed ucciso sui binari

Nei pressi della stazione ferroviaria di Jesi, provincia di Ancona, un operaio ha perso la vita: travolto da un escavatore su rotaia mentre lavorava.

Jesi operaio morto binari
(Getty Images)

A Jesi, comune in provincia di Ancona, si è registrata l’ennesima morte sul posto di lavoro in Italia. La vittima un operaio di 55 anni originario di Afragola il quale pare sarebbe stato travolto da un escavatore che viaggiava sui binari ove l’uomo stava effettuando un intervento. Il 55enne si trovava nell’anconetano per conto della ditta Centro Meridionale costruzioni, con sede a Casoria, alla quale la società Rfi aveva affidato lavori di ammodernamento della stazione. In particolare pare che il progetto prevedesse la costruzione di nuovi marciapiedi, l’abbattimento di barriere architettoniche nonché l’installazione di un ascensore.

Leggi anche —> Incidente in auto per Morgan De Sanctis: ricoverato in terapia intensiva

Jesi, incidente mortale sul lavoro: operaio travolto da un carrello nei pressi della stazione

Infermiera morta Avellino malore
(ADMC- Pixabay)

Leggi anche —> Tragico incidente in hotel, ragazzo 25enne perde la vita in piscina

Si trovava sul tracciato del binario 4 quando un carrello lo avrebbe travolto uccidendolo. Il mezzo pesante, un escavatore su rotaia, secondo quanto riportato dalla redazione de Il Mattino, pare fosse guidato da un collega della vittima. L’operaio deceduto secondo una prima ricostruzione effettuata dagli inquirenti, sembrerebbe non essersi accorto dell’arrivo del carello alle sue spalle nè tantomeno il conducente sarebbe riuscito a vedere il collega facendo retromarcia. Probabilmente ciò potrebbe essere accaduto per l’eccessiva altezza della cabina rispetto alla posizione della vittima.

I lavori sulla linea erano stati attivati per effettuare un ammodernamento della zona da parte di Rfi che aveva affidato il cantiere alla CMC (Centro Meridionale costruzioni) di cui era dipendente la vittima. Sui luoghi dell’incidente sono immediatamente sopraggiunti i soccorsi del 118 e la Polizia ferroviaria. La dinamica del sinistro è ora oggetto di indagine da parte delle autorità che dovranno vagliare eventuali responsabilità. Ad ora la polizia del commissariato di Jesi starebbe raccogliendo ogni utile testimonianza ed elemento che possa far chiarezza sull’accaduto.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

muore infarto
ambulanza (Getty Images)

Come previsto dalla legge il sito sarebbe stato sottoposto a sequestro e la salma rimossa.