Onicofagia rimedi naturali: come togliersi il vizio di mangiarsi le unghie!

Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’onicofagia. Tutti i rimedi naturali per risolvere questo problema in modo efficace.

onicofagia-unghie
Rimedi naturali Onicofagia (Pixabay)

Quando si parla di onicofagia, si fa riferimento all’abitudine di mangiarsi le unghie. Le cause di questo disturbo possono essere diverse e possono racchiudere ansia, nervosismo e paura.

Questa disturbo, o cattiva abitudinem si presenta di solito a ridosso di circostanze stressanti come un esame, la disoccupazione, la morte di una persona cara, un viaggio in aereo o qualsiasi tipo di trauma.

Quando si presenta l’onicofagia non si mordono solo le unghie, ma anche i tessuti morbidi delle dita e le cuticole. Tutto questo può causare sanguinamento e ferite, unghie deformate, problemi dentali, lesioni alla bocca come afta, malattie allo stomaco e anche problemi respiratori. Per questo motivo, l’onicofagia non è solamente un problema estetico ma può provocare anche ferite o infezioni alla pelle. Ma vediamo come intervenire con rimedi naturali. Dopo avervi parlato dei rimedi per le unghie fragili, ecco come risolvere il problema dell’onicofagia.

Onicofagia causata da stress: come alleviare l’ansia con rimedi naturali

onicofagia-unghie
Come preservare il benessere delle unghie (Pixabay)

Questo tic così difficile da controllare si può combattere con un po’ di forza di volontà, sforzo e impegno.

Un rimedio naturale può essere una tisana rilassante, in modo da ridurre l’ansia e lo stress che vi portano a mangiare le unghie. Un esempio di tisana molto utile è quella con tracce di valeriana o passiflora.

Un’altra idea può essere quella di masticare chewing gum o radici. Un rimedio molto efficace se si vuole smettere di mangiare le unghie una volta e per tutte perché diminuisce l’ansia. Unica precauzione: masticate gomme senza zucchero in modo da non incorrere in carie dentali.

Un altro metodo molto utile per diminuire l’ansia è quello di stringere tra le mani una pallina di gomma. La potete trovare facilmente in qualsiasi negozio di giocattoli. Queste palline sono molto usate anche nella riabilitazione nei pazienti con problemi di tunnel carpale.

Anche molti oli essenziali hanno delle proprietà che riescono a rilassare e,  quindi, a ridurre l’ansia e lo stress.

Questo rimedio a base di oli è molto semplice da preparare. Basta applicare alcune gocce di olio essenziale in un po’ di cotone idrofilo e strofinarlo sulle unghie. Se non è possibile o non avete oli essenziali in casa, rimpiazzateli con ingredienti come il limone, l’aglio e il pepe nero in polvere. Questi ingredienti possono aiutarvi a superare l’onicofagia.

Guanti e altri rimedi

onicofagia-unghie
Come evitare di mangiarsi le unghie (Pixabay)

Se proprio non riuscite a resistere alla voglia di mangiarvi le unghie, un ultimo rimedio drastico è quello di indossare dei guanti. Magari in situazioni dove naturalmente è più semplice cedere e mangiare le unghie.  Un esempio può essere durante la visione della TV, dopo cena, mentre studiate o leggete.

In ultima istanza potete anche provare ad immergere la punta delle dita 2 volte al giorno per 20 minuti. Si tratta di un vero e proprio rimedio curativo per le unghie, che contribuisce ad ammorbidire le cuticole. Per renderlo efficace in modo da allontanare la tentazione di rosicchiarle, dovrete aggiungere all’olio un ingrediente che renda il sapore molto sgradevole come peperoncino e succo di cipolla.