Antonino Cannavacciuolo, i ricavi di una vita da chef stellato

Antonino Cannavacciuolo, carriera e biografia dello chef più “stellato” d’Italia. Una vita da “paperone”: ecco quanto guadagna

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonino Cannavacciuolo (@antoninochef)

Grazie alla “direzione” di diversi programmi televisivi nelle vesti di conduttore e “maestro” per eccelleza della cucina, Antonino Cannavacciuolo ha avuto grande seguito dal punto di vista mediatico. Si tratta dello chef italiano per eccelleza, colui che ha posto le basi per un futuro “stellato”, trasmesso ai suoi allievi da cucina.

Ma cosa ha spinto Antonino ad arrivare fin quì? Basta far lavorare la fantasia, credere nei propri sogni e in ciò che si vuole fare da grande, senza mollare una “briciola”. D’altronde parliamo di una personalità medieterranea, tipica dei più grandi “stakanovisti” del Sud Italia. Così lo chef di MasterChef Italia ha tracciato la strada giusta verso una gloria preannunciata.

Nasce a Vico Equense, in provincia di Napoli ne 1975 e ben presto riesce a districarsi tra le realtà culinarie di quei luoghi, presi costantemente di mira dal turismo. Poi si trasferisce in Francia e collabora con due ristoranti dell’Alsazia e di Strasburgo

LEGGI ANCHE —-> Sarah Jessica Parker vende casa. La cifra record per l’appartamento di New York

Antonino Cannavacciuolo, l'”impero” dorato dello chef più amato d’Italia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonino Cannavacciuolo (@antoninochef)

LEGGI ANCHE —-> Kate Middleton compie 39 anni, in lockdown

Il maggiore successo targato “MasterChef Italia” ha spinto il suo “mentore” e giudice dei piatti più prelibati, Antonino Cannavacciuolo a raggiungere il massimo della considerazione tra i fan. Che ne ricorderanno di “pacche sulle spalle”, simbolo di stima reciproca, ma anche di coinvolgimento e impegno per rendere al meglio.

Gli “ingredienti” che lo hanno reso famoso in Italia hanno spinto persino la moglie, Cinzia Primatesta all’idea di fondare un locale tutto loro. Si tratta del “Relais Villa Crespi”, una lussuosa struttura alberghiera a 5 stelle, con un ristorante a due stelle Michelin.

Il coronamento di un “impero dorato”, da “paperone” dell’imprenditoria italiana. Come se non bastasse oltre all'”affare” mediatico, Antonino vanta la sua esperienza in diversi programmi, come “Chef Academy” e “O mare mio“. Poi diventa testimonial pubblicitario della pasta “Voiello” e la “penna” esclusiva di alcuni libri di successo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonino Cannavacciuolo (@antoninochef)

Ecco spiegato in sintesi un patrimonio economico che sfiora i 10 milioni di euro, senza considerare l’avvento nelle vesti di giudice di MasterChef che contribuirà certamente ad “arrotodondare” i ricavi “astronimici” per almeno un altro paio di “milionicini”