Angela Merkel ha intenzione di prorogare il lockdown fino ad aprile

Sale il numero di vittime e contagi in Germania, in lockdown dal 15 dicembre. La cancelliera non vuole correre rischi.

Dal 15 dicembre è già rigido lockdown per la Germania. Tuttavia, Angela Merkel ritiene che, per frenare la curva dei contagi, sia necessario prorogare la durata delle rigide restrizioni. In merito, oggi, martedì 12 gennaio, la cancelliera ha dichiarato che il periodo di duro lockdown potrebbe prolungarsi fino al mese di aprile. “Se non riusciremo a bloccare la variante britannica, il numero dei casi sarà 10 volte superiore entro Pasqua.” Pertanto, la donna ha spiegato ai suoi funzionari di aver intenzione di prorogare le rigide restrizioni sino a 8-10 settimane in più.

LEGGI ANCHE >>> “Non consegno agli ebrei”: denunciato un fattorino di Deliveroo

Nelle ultime 24 ore, la Germania conta 891 vittime e 12.800 nuovi contagi

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Giappone: la nuova variante brasiliana annullerà le Olimpiadi?

Oggi il Robert Koch Institute (RKI) delle malattie infettive ha registrato 12.802 nuovi casi di infezione da coronavirus e 891 decessi, portando a 41.577 il bilancio totale delle vittime in Germania sin dall’inizio della pandemia. Attualmente, la scadenza del lockdown è fissata per fine gennaio; ma, secondo quanto riferisce Bild, sta progressivamente aumentando la probabilità della sua potenziale prorogazione durante i prossimi mesi. I motivi risiedono nell’inarrestabile crescita del numero di morti giornaliere a causa del SARS-CoV-2. Per arrestare la trasmissione dell’infezione, il governatore della Baviera Markus Soeder ha inoltre dichiarato l’obbligo di mascherina ffp2 a partire da lunedì 18 gennaio. Da quel giorno sarà obbligatorio indossarla sui mezzi pubblici e nei negozi del Land. “La ffp2 protegge gli altri e chi la indossa” – ha ricordato il politico su Facebook – “in questo modo potremo così rafforzare la sicurezza di tutti”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

L’11 gennaio sono morte 863 persone, per un totale di 41.577. Una cifra inferiore rispetto a quella dei vicini britannici (82.096), italiani (79.203), francesi (68.197) e spagnoli (52.275). Tuttavia, il numero non decresce e continua a evolversi in maniera esponenziale.

Fonte Cnews