Stermina la famiglia e si toglie la vita: a spingerlo un macabro gioco del web

Una coppia di coniugi è stata ritrovata morta all’interno della propria abitazione, deceduto anche il figlio di 14 anni: pare sia stato proprio quest’ultimo a compiere l’omicidio-suicidio.

Cipro uccide genitori gioco Blue Whale
Polizia Cipro (Getty Images)

Sconvolgente quanto accaduto nella Repubblica Turca di Cipro del Nord. Dei coniugi sarebbero stati uccisi all’interno del proprio appartamento a colpi d’arma da fuoco. Deceduto in ospedale anche il figlio 14enne della coppia, trovato da un vicino riverso in una pozza di sangue. Inutili i tentativi di soccorso: nonostante il repentino trasporto in Ospedale non ce l’avrebbe fatta.

Secondo quanto emerso dalle prime indagini, dietro queste agghiaccianti morti, vi sarebbe proprio il 14enne. A spingerlo, probabilmente, un macabro gioco del web tristemente noto.

Leggi anche —> Uccide i figlioletti della compagna: il movente una frase della donna

Cipro, 14enne uccide i genitori e si suicida: torna la paura per il Blue Whale

Ragazzo aggredisce uccide patrigno videogames
(11333328 – Pixabay)

Leggi anche —> Adolescente uccide un quindicenne: temeva che venisse fuori la verità

Una notizia che ha scosso l’intero Paese quella riportata dalla redazione di Sozcu.com. Un quattordicenne, probabilmente spinto dal gioco del web chiamato Blue Whale, avrebbe dapprima sparato ai genitori e poi avrebbe provato a togliersi la vita. A causa delle gravi ferite riportate, sarebbe morto poco dopo l’accaduto in ospedale. È successo lo scorso 8 gennaio, intorno alle 3 ora locale a Geçitkale.

Ibrahim Çobanoğlu, 52 anni, e sua moglie Bengü Çobanoğlu, di 48 anni, sono stati trovati all’interno della propria abitazione uccisi a colpi di arma da fuoco. A infliggersi una ferita con l’arma del delitto, pare, anche il 14enne, Çınar. A chiedere aiuto sarebbe stato il fratello maggiore, Eralp, il quale sarebbe corso dai vicini.

Proprio uno di loro, riporta la redazione locale, avrebbe riferito che intorno alle 3 è stato svegliato da un violento bussare alla porta. Era il ragazzo che chiedeva un urgente intervento, raccontando dell’accaduto. “Corri, salvami, Çınar ha sparato. Corri, senti, penso che abbia fatto qualcosa anche a sé stesso” questo quanto gli avrebbe riferito il giovane. Il vicino avrebbe poi raccontato di non aver sentito alcuno sparo e di essersi precipitato nell’abitazione dei due coniugi uccisi. Lì sul pavimento avrebbe trovato il 14enne riverso in una pozza di sangue. Repentina la chiamata ai soccorsi ed alla polizia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Polizia Cipro
Polizia Cipro (Getty Images)

Il 14enne sarebbe stato trasportato d’urgenza presso l’Ospedale di Nicosia, tuttavia ogni tentativo di soccorso sarebbe risultato vano. Il giovane è deceduto poco dopo il ricovero.