Fratelli Fiorello: commovente omaggio al padre, morto a 58 anni

I fratelli Fiorello dedicano al padre mancato 30 anni fa un omaggio in sua memoria. Un duetto sulle note di “Tu si ‘na cosa grande” durante il programma di Beppe “Penso che in sogno così” su Ra1.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Fiorello (@giuseppefiorello)

Insieme per ricordare l’amato papà che non c’è più. I fratelli Fiorello ricordano il padre morto a 58 anni con una dedica durante il programma di BeppePenso che un sogno così” di Rai 1.

Il conduttore ha invitato il fratello Fiorello per duettare insieme sulle note del brano di Modugno “Tu si ‘na cosa grande”, tra i preferiti del padre.

Un’esibizione in omaggio della figura paterna mancata per via di un infarto. Tutto il pubblico si è commosso. In particolare il momento più toccante è stato quando i due fratelli hanno rivolto lo sguardo in alto per ricordare il padre Nicola. Un pilastro per tutta la famiglia che i figli ricordano con nostalgia e affetto.

LEGGI ANCHE > Beppe e Rosario Fiorello hanno una sorella. Noi vi sveliamo chi è – FOTO

L’omaggio al padre dei Fiorello: telespettatori commossi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Fiorello (@giuseppefiorello)

LEGGI ANCHE >  Anna Falchi, pesante retroscena sulla relazione con Fiorello: “Aveva un problema”

Nel corso della puntata di ieri sera di “Penso che un sogno così”, i fratelli Fiorello hanno ricordato il padre morto più di 30 anni fa. Un evento drammatico avvenuto nel 1990 che ha portato via a Beppe e Rosario il loro mitico papà. I due lo ricordano come un uomo dal temperamento allegro sempre pronto a risollevare gli umori anche nei momenti più bui. E’ mancato il giorno di Carnevale a causa di un infarto. Il malore l’ha colpito in auto dove è morto solo.

“Carnevale era il suo giorno preferito. E come ogni anno aveva organizzato una festa per tutti. Poi disse ‘vado in macchina, prendo le sigarette e torno’. Aveva parcheggiato la sua auto in una vita stretta e buia del mio paese… proprio lì. Fu trovato così: con la cravatta slacciata, le mani sulla testa. E un col sorriso sulle labbra: era felice”, il racconto di Beppe Fiorello.

La canzone di Modugno cantata dai Fiorello era uno dei  brani preferiti del padre. Con indosso la sua divisa da militare, Rosario si è esibito insieme a Beppe.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, curiosità, cronaca, televisione, spettacolo e tanto altro, seguici anche sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Giuseppe Fiorello morte padre
Giuseppe Fiorello (Getty Images)

Il conduttore ha poi aggiunto: “Sono certo che mio padre durante il tragitto dalla sala da ballo alla macchina, cantò una canzone: ‘Tu si na cosa grande’. Io e mio padre ci siamo voluti veramente bene”.