Storie Italiane, aggressione troupe “Stavano facendo il loro lavoro”

Nella puntata del 13 gennaio di Storie Italiane, un evento ha spiazzato il pubblico e lo studio, è avvenuta un aggressione alla troupe

aggressione ad una troupe di storie italiane
La conduttrice Eleonora Daniele (Getty Images)

L’annuncio è arrivato in diretta nazionale durante la puntata in onda di Storie Italiane, programma condotto da Eleonora Daniele. La presentatrice ha dato al pubblico a casa e agli ospiti in studio una notizia scioccante. Un operatore mentre stava documentando assieme ad una giornalista alcuni assembramenti a Ponte Milvio a Roma, è stato rincorso, aggredito e picchiato a sangue da sei o sette ragazzi, due dei quali, grazie alle immagini della telecamera di Storie Italiane, sono stati identificati e arrestati. Secondo le indagini sono due ultrà della Lazio.

LEGGI ANCHE>>>Storie italiane, Cinzia Tani: “Non l’ho mai detto a nessuno”

Storie Italiane, com’è accaduta l’aggressione?

agrressione troupe storie italiane
(Foto dal web)

LEGGI ANCHE>>>Storie Italiane, la gaffe in diretta che paralizza Eleonora Daniele

Quello che è successo alla troupe di Storie Italiane è una vera e propria aggressione che ha recato danni a chi stava semplicemente svolgendo il suo lavoro, cioè documentare quello che stava accadendo nel pomeriggio a Ponte Milvio. “Sono immagini mute, ma si vedono i volti degli aggressori – afferma la conduttrice – Abbiamo le immagini in formato integrale ma non le mandiamo in onda per intero per rispetto – continua – del lavoro di chi sta portando avanti le indagini”. La Daniele inoltre ha aggiunto che al momento dell’aggressione la telecamera era già accesa ma l’inviata non aveva ancora iniziato a fare domande e poi ha spiegato che i colpevoli non indossavano neanche la mascherina, ecco perché non hanno gradito di essere stati ripresi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Storie Italiane (@storieitalianerai)

Le indagini continuano per scoprire chi oltre ai due arrestati faceva parte di quella aggressione. Da parte del pubblico non mancano messaggi di solidarietà per le vittime dell’incidente.