Mai più alla guida, il motivo è sconvolgente

Mai più alla guida, la decisione di una donna che è rimasta terrificata mentre stava per aprire la maniglia dell’auto

mai più alla guida
Automobile (foto Pixabay)

Decidere di non guidare più. È questa la scelta che una donna ha deciso di fare in seguito ad un episodio molto particolare e a dir poco sconvolgente che le è accaduto. La sua storia è diventata virale quando la donna ha deciso di raccontare tutto su Facebook.

I fatti sono avvenuto a Armidale, nel Nuovo South Wales. La foto e il messaggio comparso a corredo hanno fatto in breve tempo il giro del web. Tantissimi sono stati i commenti sotto il suo racconto che ha dell’incredibile eppure è successo davvero.

LEGGI ANCHE –> Padre e figlio scomparsi da diversi anni: ritrovati due cadaveri in una diga

Mai più alla guida, un ragno nella maniglia

Mai più alla guida
ragno (Pixabay)

LEGGI ANCHE –> Frontale tra auto e furgoncino: nello schianto muore padre 43enne

“Pensavo che fosse un bruco peloso. Non ho usato la mia macchina per oltre una settimana” ha ascritto la donna australiana su Facebook raccontando la sua storia. Mentre stava per aprire la portiera dell’auto si è accorta che un animale si nascondeva nella maniglia. Zampe pelose e impossibile da non vedere.

Si trattava di un aracnide che secondo le analisi fatte appartiene alla degli Sparassidae. Il ragno è stato visto dalla donna all’ultimo momento, pochi istanti prima che con la mano impugnasse la maniglia dell’auto.

“Mi piacciono i ragni ma penso che avrei avuto bisogno di nuove mutande se avessi messo la mano lì dentro senza notarlo” recita uno dei tanti commenti che il post della donna ha ricevuto. La protagonista ha raccontato che l’impatto non è stato facile. La paura tanta e aveva deciso di non guidare mai più.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Mai più alla guida
ragno (Pixabay)

E come lei le reazioni scioccate sono state tante. Terrore e ribrezzo per quella creatura. Ma anche qualche voce fuori dal coro: “Il poverino forse stava bruciando sul metallo della macchina e ha cercato riparo – ha scritto un utente – O forse è rimasto bloccato lì con il caldo”.