Cadavere ritrovato in spiaggia: identificato il corpo, indaga la polizia

Gli inquirenti hanno identificato il cadavere ritrovato sulla spiaggia di Marina di Carrara, sabato scorso: si tratta di una postina 50enne.

Polizia scientifica
(Getty Images)

Nella giornata di sabato un cadavere era stato ritrovato sulla spiaggia di Marina di Carrara, località balneare in provincia Massa Carrara. Nell’immediato sono scattate le indagini che hanno portato all’identificazione del corpo. Si tratta di una postina 50enne di Sarzana (La Spezia), la cui scomparsa era stata segnalata dai familiari. Adesso gli investigatori stanno vagliando tutte le ipotesi per cercare di capire quanto accaduto. Nel dettaglio, la polizia sta provando a ricostruire le ultime ore della donna.

Leggi anche —> Ragazza trovata morta in un burrone: indagato il fidanzato per omicidio

Massa Carrara, identificato il cadavere ritrovato in spiaggia: appartiene ad una postina di 50 anni

Incidente superstrada Teramo ragazzo morto
Polizia (Stefano Neri – Adobe Stock)

Leggi anche —> Antonella Sicomero, cosa c’era nel telefono della bimba morta per asfissia

È di Elisa Bongiorni, impiegata 50enne di un ufficio postale di Sarzana (La Spezia), il cadavere ritrovato sulla spiaggia di Marina di Carrara, nei pressi del bagno Sirena, nella giornata di sabato 23 gennaio. Adesso la polizia sta indagando per ricostruire quanto accaduto alla donna ritrovata senza vita. Stando a quanto riporta la redazione de La Nazione, sabato pomeriggio la 50enne si sarebbe incontrata con la sorella in casa di quest’ultima, un incontro del tutto normale. Lasciata l’abitazione, Elisa avrebbe preso il suo scooter, ma non sarebbe mai arrivata a Colombiera.

Ora gli inquirenti stanno cercando di capire cosa sia accaduto subito dopo e come il cadavere possa essere arrivato in spiaggia per poi essere ritrovato da un uomo che stava facendo jogging. Nello specifico, gli investigatori stanno passando al setaccio gli ambienti frequentati dall’impiegata postale per capire se quest’ultima potesse avere dei nemici. Intanto si attendono i risultati dell’autopsia che dovranno se le ferite ritrovate sul cranio possano essere compatibili con una caduta o con un’arma e soprattutto le cause del decesso. Dai primi riscontri, riferisce La Nazione, pare che le ferite presenti sul cadavere non fossero di entità tale da cagionare la morte.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Polizia
Polizia (cineberg- Adobe Stock)

Sarebbero ancora in corso anche le ricerche dello scooter della Bongiorni che non è stato rintracciato, mentre, scrive La Nazione, è stato rinvenuto sulla strada il casco della donna.