Alcol: sale il tasso di vendite online, le conseguenze del lockdown – VIDEO

Cosa è successo in questi mesi a partire da marzo 2020? Raddoppiate le vendite online di alcol? I dati sono preoccupanti.

Il lockdown ha recato al Paese delle conseguenze senza precedenti in tutti gli ambiti. Tra i giovani è cresce il tasso di consumo di alcol attraverso le vendite online. A misurare il fenomeno è Idealo, portale internazionale di comparazione prezzi: nel 2020, nel nostro Paese, ha registrato un rialzo dell’interesse online per gli alcolici, rispetto al 2019, pari al 110,2%. Il dato sale addirittura al 209,2% per i giovani, tra 18 e 24 anni. Ma come siamo arrivati a questo punto? Analizziamo insieme lo scenario.

LEGGI ANCHE>>>>Bevono alcolici contraffatti: cinque morti ed undici intossicati

Alcol: in aumento le vendite online, perché?

bottiglie di alcol
(Getty images)

LEGGI ANCHE>>>Festa illegale, finisce l’alcol e bevono gel disinfettante: è strage 

Secondo i dati riportati sopra, sono sempre più i giovani a consumare gli alcolici. Quali sono i motivi? Variano a seconda della situazione: si beve per dimenticare, per festeggiare, per passare una serata tra amici. Tra gli interessati non troviamo solo i più piccoli, ma anche altre fasce di età. Tra i 35 e i 44 anni il rialzo è +91,2%, tra i 25 e i 34 +88,8%. Più lieve, colpisce pure il dato degli over65, che sale del 27%.Per l‘e-commerce è tre volte superiore +9%, nella stessa fascia d’età. Bevono di più gli uomini: la percentuale di quanti acquistano alcolici online è salita del 100,6%. Ma aumentano pure i numeri delle donne, con +65,3%. Cresce l’interesse per il vino, con +446%. E per cognac e brandy, con +247,6%. Dopo, la vodka, con +242,7%. Aumentano sempre di più le richieste ai supermercati e ai bar attraverso il delivery.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

vino
Vino Rosso (Pixabay -congerdesign)

Insomma passando più tempo a casa, da soli o in compagnia, molti non rinunciano ad un buon bicchiere di vino o ad un aperitivo. L’importante è però non eccedere, poiché dopo le conseguenze del lockdown potrebbero scaturirsi episodi gravi di salute.