Laura Pausini candidata ai Golden Globes: “È un onore rappresentare l’Italia”

Annunciate le nomination dei Golden Globes 2021: candidata nella categoria “Miglior canzone originale” anche Laura Pausini che esprime la sua commozione

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Laura Pausini Official (@laurapausini)

Laura Pausini continua a rappresentare l’Italia anche a livello internazionale e dopo un Grammy Award e quattro Latin Grammy Awards arriva ora la nomination ai Golden Globes. Il brano “Io Sì/Seen” di Diane Warren, tradotto in italiano dall’artista insieme a Niccolò Agliardi, è candidata nella categoria Miglior Canzone Originale. La canzone è tratta dal film originale Netflix “The Life Ahead(La vita davanti a sé) –adattamento dell’omonimo romanzo- diretto da Edoardo Ponti e che vede protagonista Sophia Loren. Un ulteriore grande riconoscimento per Laura Pausini che ha mostrato tutta la sua commozione attraverso i social.

LEGGI ANCHE -> Sanremo 2021, Amadeus ha deciso: chi condurrà insieme a lui

Laura Pausini commossa per la nomination ai Golden Globes: “È un onore”

LEGGI ANCHE -> Anna Tatangelo, Gigi “tradito” e quei pianti mancati per essere forte

Un’emozione indescrivibile“, così Laura Pausini ha descritto la nomination ricevuta ai Golden Globes, postando su Instagram un lungo messaggio. L’artista ci ha tenuto a raccontare il forte legame provato con il brano “Io Sì/Seen” sin dal primo ascolto. “Ho sentito una connessione con quelle note, immediata, che quando scatta ti fa capire che sta succedendo qualcosa di speciale“, scrive, prima di ringraziare coloro che l’hanno coinvolta nel progetto. Ancora una volta la cantante rappresenterà l’Italia nel mondo e a questo proposito sottolinea: “È un onore per me“.

Laura Pausini non si è limitata a scrivere un messaggio, ha voluto infatti registrare anche un video nel quale mostra a tutti la sua commozione. Giostrandosi tra italiano, inglese e spagnolo, l’artista ringrazia per questa preziosa opportunità affermando di essere incredula. “Sono così felice e grata, ancora non ci credo“, afferma con un sorriso. I ringraziamenti vanno ancora una volta a Diane Warren, Niccolò Agliardi, al regista Edoardo Ponti e a Sophia Loren che ringrazia particolarmente per averla coinvolta in questo progetto. “Un film che diffonde un messaggio, l’importanza dell’essere ‘visti’“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Per scoprire se Laura Pausini sarà proclamata vincitrice si dovrà attendere il 28 febbraio, data in cui si terrà la 78esima edizione dei Golden Globes a Los Angeles.