La lavanda, tutte le proprietà benefiche per l’organismo e come si usa in cucina

La lavanda è una pianta molto profumata e ricca di oli essenziali e sostanze nutritive che non solo sono ottime per il benessere della pelle ma anche dell’organismo in generale. Grazie al suo profumo e al suo sapore così delicato è ultimamente molto usata in cucina per realizzare dolci da forno e ottimi dolci al cucchiaio.

lavanda
La lavanda è una pianta aromatica molto profumata, ottima da usare per fare dei saponi e detergenti ma anche molto utile per il benessere dell’organismo (Foto di Hans Braxmeier da Pixabay)

In questo articolo ti spiegheremo cos’è la lavanda e quali sono le sue incredibili proprietà. In più ti mostreremo come usare questa pianta così delicata ed elegante per realizzare ottimi piatti e dessert.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Come usare la curcuma in cucina, tutte le proprietà di una spezia miracolosa

La lavanda, quali sono le caratteristiche di questa pianta romantica e profumata

lavanda
La lavanda è una pianta aromatica molto delicata e profumata dalle origini antichissime (Foto di Couleur da Pixabay)

La lavanda è una pianta aromatica molto diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo anche se si può dire che la patria della lavanda sia la romantica Provenza.

In ogni caso la lavanda si può trovare anche nell’Africa del Nord e nell’Asia dalla Penisola Arabica fino all’India. Il suo clima ideale è quello mite e temperato.

Sono moltissime le proprietà della lavanda. Infatti questa pianta è conosciuta fin dal Medioevo per le sue proprietà antisettiche e battericide. Non è un caso, infatti, che la lavanda è una delle piante più usate per realizzare profumatissimi saponi.

La lavanda non viene usata solo per realizzare cosmetici. Il suo olio viene usato per fare dei massaggi in grado di calmare dolori muscolari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Come usare il coriandolo in cucina e quali sono le sue proprietà benefiche

La lavanda in cucina, un fiore adatto alla pasticceria e non solo

lavanda
La lavanda non è solo una pianta da usare per realizzare prodotti cosmetici ma può essere usata in pasticceria e non solo (Foto di gate74 da Pixabay)

Tutti noi associamo la lavanda a dei colorati bouquet o a delle meravigliose e profumatissime saponette. Eppure, forse non sapevi che la lavanda può essere usata in cucina e il risultato non è affatto male.

Adesso, infatti, ti daremo qualche idea molto carina per preparare delle pietanze al profumo e al sapore di lavanda così darai un tocco shabby ai tuoi piatti e farai un gran figurone con le tue amiche.

Per esempio se nel tuo giardino hai dei cespugli di lavanda, una cosa che devi assolutamente provare è il risotto alla lavanda che si realizza come un normalissimo risotto ma il suo profumo e il suo aroma saranno inebrianti.

Con la lavanda potresti, per esempio, aromatizzare l’olio che userai per condire il pesce o le verdure oppure potresti aromatizzare lo zucchero grezzo di canna per dolcificare il caffè ma anche tisane e infusi.

In più, negli ultimi anni si fa un grande uso della lavanda in pasticceria. I muffin alla lavanda sono diventati un must che puoi trovare in moltissime pasticcerie ma anche in panetterie dove comprare prodotti da forno.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

L’infuso biologico alla lavanda per calmare i nervi e favorire il relax

tisana
La tisana alla lavanda può essere un rimedio infallibile contro il forte stress (Foto di StockSnap da Pixabay)

La lavanda, grazie al suo profumo inconfondibile e alle sue proprietà benefiche, si presenta come un ottimo rimedio contro lo stress.

Una tazza di tisana o infuso alla lavanda la sera prima di andare a dormire è un ottimo modo per distendere i nervi, favorire il relax e dunque conciliare il sonno.

Preparare la tisana o l’infuso alla lavanda è molto semplice. Puoi comprare le bustine di tisana biologica in una qualsiasi erboristeria o in alternativa puoi usare della lavanda raccolta dal tuo giardino che avrai essiccato al sole con cura.

In quest’ultimo caso ti basterà mettere a bollire in un pentolino circa 300 ml di acqua e quando avrà raggiunto la temperatura metti in infusione qualche rametto di lavanda e copri con un coperchio per qualche minuto.

Trascorso il tempo necessario, ti basterà filtrare il liquido e gustarlo magari mentre leggi un libro o guardi un film.

Devi sapere che la lavanda ha un suo retrogusto dolce e profumato ma se vuoi dolcificare la tua bevanda noi ti consigliamo di farlo con dello zucchero grezzo di canna o, meglio ancora, con un cucchiaino di miele mille fiori da agricoltura biologica.