Incentivi per la mobilità elettrica e 730: tutto quello che bisogna sapere

La dichiarazione dei redditi si allinea allo sviluppo della mobilità elettrica, dedicando un’apposita sezione: come funziona.

Monopattino elettrico
Monopattino elettrico (Getty Images)

Nel 730 del 2021, versione definitiva presentata dall’Agenzia delle Entrate, sarà prevista una sezione appositamente dedicata al credito d’imposta per l’acquisto di veicoli elettrici a mobilità leggera o micromobilità.

Il periodo relativo all’acquisto deve essere compreso tra il 1 agosto 2020 e il 31 dicembre 2020, e nella spesa vengono comprese biciclette, e-bike e monopattini elettrici, ma non solo.

A incentivare una scelta etica verso l’ambiente, vengono inseriti anche gli abbonamenti al trasporto pubblico e i servizi di mobilità elettrica in sharing. Tempo di utilizzo del credito d’imposta stabilito entro i 3 anni, e dovrà essere indicato nel quadro G con il codice 5.

Il bonus bici, ultimi giorni: come richiederlo

Per aderire al bonus bici relativo al 2020, è stata aperta una nuova finestra di richiesta a partire dal 15 gennaio, per coloro che non fossero riusciti ad accedervi. Tempo a disposizione fino al 15 febbraio, con le medesime modalità annunciate nello scorso anno.

Sul sito consumatore.com trovi tute le informazioni utili ad ottenere questo bonus e altre indennità che spettano al cittadino.

Bicicletta
Bicicletta (Getty Images)

Necessario essere in possesso della fattura o scontrino relativo al mezzo acquistato, procedere con identificazione attraverso SPID (sistema pubblico di identità digitale) sul sito “www.buonomobilita.it”. Il sistema prevede l’inserimento dei dati anagrafici del richiedente e del codice iban, attraverso il quale verrà direttamente erogato sul conto corrente il rimborso.

Il bonus sarà accessibile per gli acquisti effettuati tra il 4 maggio e il 2 novembre e da tutti i cittadini maggiorenni residenti in capoluoghi di provincia o comuni con più di 50 mila abitanti.

Biciclette
Biciclette (Getty Images)

L’incentivo corrisponderà al 60% del costo di acquisto, con un tetto massimo stabilito di 500 euro, e sarà erogato successivamente al 15 febbraio.