Sanremo 2021, il ritorno di Achille Lauro: “Porterò la mia follia”

Lo scorso anno Achille Lauro ha diviso l’opinione pubblica con la sua partecipazione al Festival di Sanremo: quest’anno tornerà “con la sua follia”

Achille Lauro a Sanremo
Achille Lauro a Sanremo (Getty Images)

Ha stupito, fatto discutere, per certi versi è stato considerato dissacrante e c’è chi invece lo ha definito una boccata d’aria fresca in un’era di rivoluzione: Achille Lauro non è di certo passato inosservato quando lo scorso anno ha partecipato al Festival di Sanremo con la sua “Me ne frego“. Ha lanciato un messaggio a tanti bigotti, ignoranti, omofobi e retrogradi, lottando contro la mascolinità tossica e abbattendo gli schemi patriarcali. A qualcuno di certo non è piaciuto, ma che bisogna stare al passo col tempo lo dimostra Amadeus che lo ha voluto al suo fianco ad un anno di distanza dalla sua partecipazione.

LEGGI ANCHE -> Sanremo, Amadeus annuncia una nuova super ospite: gradito ritorno all’Ariston

Achille Lauro torna a Sanremo 2021: “Qualcosa di mai visto”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

Achille quest’anno non verrà in veste di concorrente ma di co-conduttore, e ha annunciato in conferenza stampa che non mancheranno le sorprese. “Sto arrivando. Grazie Ama per l’attenzione che mi stai dedicando, mi hai graziato. Porterò cinque quadri, cinque performance inedita, sto lavorando giorno e notte con il mio team. Quest’anno sto preparando qualcosa di mai visto prima, che parla di me e di tutti quanti noi” ha annunciato. “Sarà un viaggio e tornerò con la mia follia. Sanremo mi ha permesso di esprimere la mia arte portando in scena un ideale“.

LEGGI ANCHE -> Sanremo 2021, Giovanna Civitillo al timone di PrimaFestival

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

La sua lotta dalla strada prosegue sul palco più ambito d’Italia: una bella conquista per uno cresciuto in un ambiente ignorante, maschilista e tossico dal quale ha cercato sempre di scappare. Lo racconta proprio lui nel suo libro intitolato Sono io Amleto:

Sono fatto così, mi metto quel che voglio e che mi piace: la pelliccia, la pochette, gli occhiali glitterati sono da femmina? Allora sono una femmina. Tutto qui? Io voglio essere mortalmente contagiato dalla femminilità, che per me significa delicatezza, eleganza, candore. Ogni tanto qualcuno mi dice: ma che ti è successo? Io rispondo: “Sono diventato una signorina“.

Achille Lauro è fatto così: o lo si ama o lo si odia, ed è con questo spirito che si prepara a salire sul palco del Festival di Sanremo. E a chi non lo capisce e non lo capirà perché vittima ancora di una società tossica, rigida e incapace di stare al passo coi tempi, lui è pronto ad urlare a squarciagola: “Me ne frego“. E avrà tutte le ragioni per farlo.

Bentornato a casa, Lauro.