Intelligenza artificiale ed ambiente: i progetti che potrebbero rivoluzionare tutto

La Logical Clocks, nota azienda svedese ha deciso di lanciare tre progetti improntati sull’Intelligenza artificiale che apporteranno beneficio all’ambiente.

Intelligenza Artificiale ambiente progetti svezia
(Gerd Altmann-Pixabay)

Giunge da Stoccolma la buona notizia relativa ai nuovi progetti in favore dell’ambiente. La Logical Clocks, nota azienda scandinava, avrebbe infatti dichiarato di essere in procinto di mettere a disposizione della Natura l’Intelligenza artificiale di Hopsworks. Si tratta di una piattaforma altamente tecnologica che sarà in grado comprendere al meglio il fenomeno del cambiamento climatico.

Leggi anche —> Pandemia e riscaldamento globale: pubblicato rivoluzionario studio

Intelligenza artificiale ed ambiente: la rivoluzione arriva dalla Svezia

Alberi
(Getty Images)

Leggi anche —> Riscaldamento globale, nuovo studio rivela dei dati rimasti errati per anni

Jim Dowling, CEO della Logical Clocks nonché Professore della KTH Royal Institute of Technology in Svezia, ha commentato la portata eccezionale del lavoro della sua compagnia. Stando a quanto riporta la redazione di Globenewswire, avrebbe palesato il proprio orgoglio di essere una delle poche aziende ad operare nell’ambito dell’intelligenza digitale a portare avanti progetti che possano migliorare la qualità della vita a livello globale.

Quanto alla sua applicazione in tema ambiente, uno dei suoi lavori si concentrerà sulla previsione del cambiamento climatico. Attraverso l’IA infatti, sarà possibile prevedere catastrofici fenomeni come la siccità estrema, oppure le letali ondate di calore nel continente africano. A prendere parte alla progettazione ben 9 organizzazioni, appartenenti a 6 Paesi d’Europa e che sfrutteranno note piattaforme come l’Earth System Data Cube in grado di estrapolare i dati più significativi all’interno di una vastissima mole di rilevazioni. Si attingerà conoscenza anche dal Copernicus Earth Observation il quale annualmente è in grado di raccogliere la bellezza di 3 petabyte di dati gratuiti. Tutte informazioni di eccellente qualità e soprattutto appresi anche da fonti non convenzionali come possono essere i social network.

Un altro progetto si focalizzerà invece sicurezza alimentare e su quella della navigazione. Si chiama ExtremeEarth e si concentrerà su entrambe le problematiche. In primis valutando ad esempio le risorse idriche utili a sostenere il settore primario.

Ad oggi, riporta Globenewswire, solo il 20% del Pianeta impiegato nell’agricoltura possiederebbe dei sistemi di irrigazione. Ad essere implementate saranno le conoscenze anche sui ghiacci artici.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Foresta
(Getty Images)

La piattaforma Hopsworks, si pone quale obbiettivo quello di sdoganare le attuali conoscenze e raggiungere una nuova conoscenza a 360° dei fenomeni poc’anzi descritti. Soprattutto di affinare le competenze dell’intelligenza artificiale su larga scala.

M.S.