Bomba carta esplode vicino la casa di un’eurodeputata del Pd

Martedì notte è stata esplosa una bomba carta vicino la casa vicentina dell’eurodeputata Alessandra Moretti, si cercano i colpevoli

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessandra Moretti (@alessandramorettipd)

La notizia sta riscuotendo parecchio clamore nelle ultime ore nonostante il fatto sia avvenuto martedì notte scorso tra le 2 e le 3 di mattina. Sembra che una bomba carta sia stata fatta esplodere vicino la casa dell’eurodeputata del Pd Alessandra Moretti a Vicenza.

La deflagrazione è stata percepita da tutto il quartiere ma non avrebbe provocato danni a persone e cose e inoltre vicino al luogo dello scoppio non sono stati rinvenuti biglietti o rivendicazioni di alcuna sorta a carico della Moretti.

Al momento dei fatti la diretta interessata non si trovava a casa ma era a Bruxelles dove sta assolvendo il suo impegno come parlamentare. ma si è dimostrata disponibile con la magistratura per poter fornire qualsiasi indizio per capire chi sono i mandanti del gesto.

LEGGI ANCHE —> Scontro frontale tra auto e camion, un morto tra le lamiere

Alessandra Moretti, una vita spesa nella politica

LEGGI ANCHE —> Denuncia l’abuso sessuale: studente ritrovato morto nell’aula dell’Università

Intanto si stanno portando avanti tutti gli accertamenti della magistratura e delle forze dell’ordine per trovare il/i colpevole/i dello scoppio della bomba carta. Nello stesso quartiere inoltre vivono anche il fratello ed i genitori di Alessandra Moretti e gli inquirenti stanno valutando anche una possibile matrice non politica alla base del gesto.

Classe 1973 Alessandra Moretti si laurea in giurisprudenza all’università di Urbino ed esercita dal 2001 la professione di avvocato matrimonialista. Il mondo della politica però le è vicino fin da giovanissima e da lì il passo è breve. Nel 2008 i suoi sforzi la fanno entrare a pieno titolo come vicesindaco di Vicenza e nel 2020 2020 è consigliera regionale del Veneto.

Nel frattempo nel 2009 è a capo della Direzione nazionale del PD, dove si occupa di Istruzione. Dopo le dimissioni da eurodeputata nel 2015 vi si ricandida con il Pd per le elezioni politiche del 2019 nella circoscrizione del Nord-Est dove è eletta con 51.292 preferenze.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Attualmente è presente nella Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI), nella Delegazione per le relazioni con il Giappone ed è inoltre membro sostituto delle commissioni Trasporti e turismo (TRAN) e dei Diritti della donna e l’uguaglianza di genere (FEMM).