Pechino oscura la BBC per “grave violazione dei contenuti”

Una settimana dopo il ritiro della licenza della CGTN, la Cina oscura le trasmissioni del canale internazionale.

“The State Film, TV and Radio Administration does not permit the BBC to continue broadcasting in China, and does not…

Pubblicato da NDTV su Giovedì 11 febbraio 2021

La British Broadcasting Corporation, nota anche come BBC, è stata oscurata dalle autorità di regolamentazione televisiva della Cina. A causa di una “grave violazione sulla gestione dei contenuti”. Di conseguenza, il servizio radiotelevisivo internazionale con sede a Londra non potrà più trasmettere nel Paese cinese per “assenza di requisiti per andare in onda come canale estero”, secondo quanto ha riferito l’amministrazione della radio e della televisione locale National Radio and Television Administration (NRTA).

L’accusa si estende alle informazioni mediate via satellite alla Cina: le notizie veicolate sono state giudicate difettose in termini di imparzialità, delle vere mine gli interessi nazionali e alla solidarietà multietnica.

LEGGI ANCHE >>> Twitter: rimosso per sempre l’account di Donald Trump

Le accuse per “violazione del principio di verità”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Loujain al-Hathloul: rilasciata l’attivista dei diritti delle donne saudite

La National Radio and Television Administration (Nrta) di Pechino ha annunciato la revoca della licenza per la BBC World News per “violazione del principio di verità del giornalismo”. Il governo locale aveva già in precedenza criticato diversi servizi andati in onda da parte del servizio pubblico del Regno Unito.

Il canale mediatico internazionale è stato accusato di politicizzazione della pandemia Covid-19, nonché si spettacolarizzazione e disinformazione sulla situazione attuale nella regione dello Xinjiang tra campi di concentramento, lavori forzati, e stupri sistematici alle donne musulmane e uiguri, etnia turcofona di religione islamica.

La deputata del partito laburista britannico Yasmin Qureshi ha espresso la sua immensa delusione per la linea di condotta intrapresa dalle autorità cinesi. “La BBC è l’emittente di notizie internazionali più affidabile al mondo”, ha precisato, sottolineando l’importanza della fonte in termini di equità e imparzialità dell’informazione; “senza paura e senza favoritismi.” Anche gli Stati Uniti condannano la messa al bando del canale e invitano le autorità cinesi al rispetto della libertà di stampa e di informazione.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

La mossa di Pechino è arrivata una settimana dopo la decisione della Gran Bretagna, quando il watchdog britannico dei media Ofcom ha troncato i rapporti mediatici con la Cina, ritirando la licenza di trasmissione all’emittente China Global Television Network (CGTN).

Fonte NBC