Bonus Irpef: In arrivo 100€ in più in busta paga. Chi ne ha diritto

Bonus Irpef. Importante novità per tutti i disoccupati e per i contribuenti che percepiscono servizi a sostegno del reddito

bonus 1000 euro
soldi (Getty Images)

Il 2020, l’anno della pandemia, è stato un periodo nero per tutti i lavoratori. La crisi sanitaria si è andata inevitabilmente a intersecare con una crisi economica, diventando quasi imprescindibili.

Per questo motivo il governo ha avviato lo sblocco di ulteriori sovvenzioni a sostegno degli italiani. Dal prossimo 23 febbraio sarà erogato, come descritto nella legge di Bilancio del 2021, il bonus Irpef. In realtà, questa è una misura introdotta già nel 2015 durante il governo Renzi ma riconfermata dall’attuale esecutivo.

Il bonus Irpef fa parte delle misure a sostegno del reddito con lo scopo di alleggerire il cuneo fiscale. Sono diverse le novità rispetto al passato. Innanzitutto, la cifra è aumentata: da 80 a 100 euro. Ne avranno diritto anche quei contribuenti che percepiscono servizi a sostegno del reddito e il bonus non sarà nemmeno conteggiato nel reddito stesso.

Scopriamo maggiori informazioni

Bonus Irpef. Come calcolarlo e chi ne ha diritto

Superbonus ristrutturazioni, scattano le prime sanzioni
bonus 100 euro (GettyImages)

Il bonus Irpef (detto anche bonus Renzi) è destinato ai lavoratori subordinati, sia impiegati nel settore pubblico che in quello privato. L’erogazione non sarà uguale per tutti ma distribuita in maniera proporzionale in base alla fascia di reddito:

  • Per lavoratori con un reddito annuo fino a 28.000 euro sono previsti 100 euro di bonus al mese, per un totale di 1200 euro l’anno.
  • Per colore che percepiscono un reddito tra 28.000 e 35.000 euro all’anno sono previsti dai 100 agli 80 euro al mese di bonus, con un importo in decremento all’aumentare del reddito.
  • Se il reddito annuo percepito è tra i 35.000 e 40.000 euro si riceverà una somma variabile tra 0 e 80 euro, che decresce all’aumentare del reddito.

Nel calcolo del reddito sono da escludere le abitazioni principali e le forme di incentivo sottoposte ad una imposta sostitutiva del 10%.

Cosa cambia rispetto al passato? Al bonus Irpef sono aggiunte nuove categorie di aventi diritto. Tra questi anche coloro che percepiscono la NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego emessa dall’INPS), ossia tutti i lavoratori dipendenti che hanno perso il proprio lavoro non per loro volontà.

A questi si aggiungono anche i lavoratori in cassa integrazione, i titolari di una indennità di tirocinio o di una indennità di maternità, i soci delle cooperative che hanno con esse un rapporto di lavoro dipendente, i lavoratori del personale artistico, gli apprendisti e i lavoratori a tempo determinato del settore pubblico.

Bonus Isee INPS richiedere
Bonus (Getty Images)

Non percepiranno il bonus Iperf 2021 coloro che sono titolari di Reddito di Cittadinanza. Esclusi anche gli extracomunitari con permesso di lavoro stagionale, i lavoratori con requisiti per il pensionamento, chi percepisce assegno di invalidità, dipendenti pubblici a tempo indeterminato e gli operai agricoli.

Come ottenerlo?  Il bonus Irpef 2021 sarà erogato direttamente in busta paga.