Bonus Cashback, il grande cambiamento: ora non è più possibile farlo

Novità in arrivo sul fronte del Cashback e dei micropagamenti. Il governo pensa ad una stretta per fermare chi fa il furbetto

Bonus Cashback grande cambiamento
Pagamenti elettronici e Cashback (Pixabay)

Caos Cashback nel nostro Paese. Il piano di rimborso istituito dal governo per gli acquisti effettuati con pagamenti elettronici ha fatto andare su di giri gli italiani. 10% di rimborso su ogni pagamento fino ad un massimo di 150 euro ma c’è chi fa il furbetto e cerca di trarne del profitto indebito.

Sono sempre di più, infatti, i commercianti che si lamentano del fatto che molti consumatori usano pratiche scorrette per ricorrere al Cashback. Pagamenti separati rispetto ad un unico conto o anche più ingressi al giorno in uno stesso negozio per accumulare più transazioni e dunque maggiori rimborsi.

Come sempre gli italiani non ce la fanno a stare tra le righe delle regole e se ne inventano una più del diavolo per aumentare le agevolazioni previste e così ora pare che il Governo voglia correre ai ripari. Dovrebbe partire a breve un grande cambiamento. Vediamo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE –> Bonus e truffe, quali sono e come evitarle: le linee dell’Inps

Bonus Cashback, stop ai micropagamenti

spese sanitarie
L’operazione Cashback è un’opportunità per combattere l’evasione fiscale e far risparmiare ai cittadini dei soldi sui loro acquisti (Michal Jarmoluk da Pixabay)

LEGGI ANCHE –> Bonus per i dipendenti, fino a 2 mila euro in busta…

Una stretta sui pagamenti sul fronte Cashback per i consumatori. In arrivo un’importante novità da parte del Governo e del Ministero dell’Economia che pare stia studiando come fermare tutti i vari escamotage che sono stati studiati fino ad ora per aumentare le transazioni.

Ricordiamo infatti che oltre al classico rimborso del 10%, è attivo anche l’extra Cashaback che prevede un premio di 1.500 euro per i primi 100 mila italiani che entro giugno avranno fatto il più alto numero di transazioni digitali.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

credit card
Il Cashback sarà attivo ufficialmente dal 1 gennaio 2021 e consisterà in un rimborso del 10% dell’importo su acquisti fatti con carta di credito o debito, ma non solo (Steve Buissinne da Pixabay)

Ecco perché a breve potrebbe arrivare lo stop ai micropagamenti. Si starebbe pensando di istituire un numero massimo di transazioni in uno stesso esercizio commerciale per i micro-pagamenti e per il momento sono stati già avviati i controlli a tappeto per capire chi fa il furbetto e annullare eventualmente le transazioni eseguite.