Malore fatale in casa per un imprenditore. Lascia tre figli

Francesco Manuedda è giunto in ospedale a Pordenone positivo al Covid, per lui la morte celebrale è giunta poche ore dopo. In corso l’autopsia

Porcia piange la morte improvvisa di Francesco Manuedda, deceduto ieri all’ospedale di Udine a causa delle conseguenze di un malore che lo aveva colpito alcuni giorni fa. L’uomo, 45 anni e imprenditore molto conosciuto nella zona, solo giovedì è stato trasferito d’urgenza nell’ospedale di Pordenone e successivamente a Udine per le complicazioni riscontrate.

La morte ieri nonostante le cure tempestive dei medici che lo hanno soccorso. Per lui morte celebrale incorsa però senza nessuna avvisaglia.

LEGGI ANCHE -> Incidente sul lavoro: operaio precipita per circa 200 metri e perde la vita

L’imprenditore gestiva la falegnameria di famiglia a Porcia

LEGGI ANCHE -> Maxi incidente in autostrada: il bilancio è tragico

Nessuno poteva immaginare questa fine per lui, tanto conosciuto in paese per la sua attività e anche molto ben voluto da amici e parenti. La cronaca locale fa sapere che al momento del malore Francesco era in casa con i tre figli di 4, 12 e 15 anni. La moglie ha chiamato poi i soccorsi dopo che il marito l’aveva contattata solo poche ore prima di sentirsi male, allarmata dal suo silenzio nel risponderle.

Quando Francesco è arrivato in ospedale i medici gli hanno diagnosticato anche la positività al tampone del Covid, ma prima di quel momento non aveva segnalato sintomi che potessero far presagire il suo malessere.

Francesco Manuedda era titolare della falegnameria prima del padre a Porcia dove viveva con la moglie Michela Benigno, co-titolare della pasticceria La Delizia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Nelle prossime ore sul corpo dell’uomo verrà eseguita l’autopsia per cercare di capire le reali cause che lo hanno portato alla morte improvvisa. La famiglia si trova ora in quarantena preventiva per capire se anche loro sono positivi al tampone e poter scongiurare ogni evenienza.