Lo scalogno, quali sono i benefici per l’organismo e come si usa in cucina

Lo scalogno è una pianta il cui frutto è molto affine alla cipolla ma ha un sapore più delicato e una migliore digeribilità. Non solo. Lo scalogno è un elemento che si usa in cucina ma è capace di apportare all’organismo benefici non indifferenti. Si tratta di una pianta dalle proprietà antiossidanti, capace di abbassare i livelli del colesterolo cattivo.

scalogno
Lo scalogno è una pianta molto antica il cui frutto ha delle incredibili proprietà benefiche per l’organismo (Foto di Ismael Marder da Pixabay)

In questo articolo ti parleremo dello scalogno e della sua storia molto antica e ti mostreremo in che modo puoi usare lo scalogno nei tuoi piatti per farli risultare non solo più gustosi ma anche molto più digeribili.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Come usare la curcuma in cucina, tutte le proprietà di una spezia miracolosa

Lo scalogno, quali sono le sue caratteristiche e qual è la sua storia

scalogno
Lo scalogno è una pianta prevalentemente composta da acqua dalle incredibili proprietà benefiche (Foto di Hans Braxmeier da Pixabay)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Come usare il coriandolo in cucina e quali sono le sue proprietà benefiche

Lo scalogno è una pianta molto antica, si tratta di una pianta erbacea che non cresce in modo spontaneo ma ha bisogno di essere coltivata.

Non è una pianta con particolari esigenze nutritive ma è necessario che il terreno in cui viene coltivato sia bene irrigato ed esposto alla luce.

Le sue origini sono molto antiche. Basti pensare che gli antichi greci sostenevano che questo tipo di cipolla è la migliore di tutte le varietà perché ha più proprietà nutritive ed è molto facile da coltivare.

Le sue proprietà benefiche sono tantissime. Intanto, se inserito in un’alimentazione equilibrata, fa molto bene ai capelli e alle unghie.

Poi, lo scalogno ha il potere di abbassare il livello del colesterolo cattivo ed è molto utile ai soggetti affetti da diabete perché regola i livelli di zucchero nel sangue.

Lo scalogno in cucina: ecco come farlo diventare il protagonista indiscusso dei tuoi piatti

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —>  Come usare il cardamomo, la spezia orientale che sta spopolando anche in Europa

In cucina lo scalogno è un ingrediente molto usato perché, a differenza della cipolla, ha un sapore più delicato e soprattutto è molto ricco di proprietà benefiche.

Qui ti daremo delle piccole idee per usare lo scalogno al posto della cipolla e dare ai tuoi piatti un sapore delicato e speciale.

Ecco dunque due ricette semplicissime da preparare in cui lo scalogno è un elemento principale che funge da protagonista:

  • Scalogno in agrodolce: Ecco un piatto gustosissimo da usare come antipasto o come contorno a una bella fetta di carne. Inizia pulendo gli scalogni. Poi lavali e asciugali. In un tegame metti del burro e quando sarà caldo metti gli scalogni. Falli rosolare per bene e quando saranno dorati sfuma con dell’aceto di mele. Fai evaporare l’aceto e regola di sale. Quando saranno quasi cotti aggiungi due cucchiai colmi di zucchero. Fallo sciogliere e amalgama per bene il tutto e il piatto sarà pronto.
  • Padellata di patate e scalogno: Per realizzare al meglio questa ricetta ti serviranno delle grosse patate con la buccia, due scalogni, burro, sale, pepe e rosmarino. Come prima cosa dovrai tagliare patate e scalogni a spicchi grossolani e il nostro consiglio è quello di metterli in acqua per circa 10 minuti. Dopo sciacquali e asciugali per bene. Nel frattempo in una grande padella metti a scaldare il burro fino a che non diventi noisette. Poi metti le patate e gli scalogni in padella e fai rosolare a fuoco vivo fino a quando non saranno cotti. Nel frattempo regola di sale, aggiungi il pepe e rosmarino in base al tuo gusto e quando saranno cotti servili.

La tisana allo scalogno, un ingrediente particolare ma dai benefici assicurati

ritenzione idrica
L’infuso allo scalogno è molto semplice da preparare e ottimo da usare come digestivo a fine pasto (Pexels/pixabay)

La tisana allo scalogno è un antibiotico naturale. Il suo sapore non è eccellente ma lo si può camuffare con del miele di castagno proveniente da agricoltura biologica.

Prepararla è semplicissimo. In un pentolino metti 300 ml di acqua e uno scalogno tagliato a pezzi grossolani. Porta il tutto a ebollizione e fai bollire per circa dieci minuti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Lo scalogno e le controindicazioni

mal di pancia
Il consumo smodato ed eccessivo di scalogno può irritare l’intestino e dare fastidiosi bruciori (nastya_gepp/pixabay)

Lo scalogno non presenta grandi controindicazioni. Certo è che assumerne in quantità ingenti può provocarti danni intestinali.