Energie rinnovabili, studio rivela maggior convenienza del nucleare

Secondo un recente studio, pare che le energie rinnovabili in UE non sarebbero in grado di soddisfare tutto il fabbisogno della popolazione: servirebbe una rinascita del nucleare.

Energie rinnovabili nucleare studio
(Markus Distelrath – Pixabay)

Secondo un recente studio commissionato dalla ECR Group e Renew Europe sarebbe emerso che UE dovrebbe intraprendere un programma di rinascita nucleare se vuole conseguire i suoi tanto anelati obbiettivi. Stando a quanto emerso dal rapporto, pare che tramite le energie rinnovabili, come quella eolica e solare non sia possibile soddisfare l’intera domanda. Ciò in quanto non vi sarebbe abbastanza terra su cui installare le infrastrutture utili alla loro produzione.

Leggi anche —> Energie rinnovabili: documento svela il loro vero impatto ambientale

Energie rinnovabili, non bastano per l’UE: serve rinascita del nucleare

Energie rinnovabili impatto ambientale
Pannelli solari (Getty Images)

Leggi anche —> Rinnovabili, la feccia del vino usata per il fotovoltaico

L’ECR e il gruppo Renew del Parlamento europeo hanno commissionato uno studio per comprendere l’effettiva fattibilità dei suoi programmi di neutralità climatica e soprattutto per mettere a paragone le energie rinnovabili con quella fossile. A far partire lo studio gli europarlamentari Rob Roos e Ondřej Knotek, per poi passare al vaglio del premio Nobel William Nordhaus.

La ricerca ha passato in rassegna tre aspetti fondamentali per il raggiungimento della cosiddetta neutralità climatica che l’UE si è prefissata poter raggiungere entro il 2050. In primis vi sarebbero le temperature, successivamente gli spazi fisici utili per le installazione di infrastrutture funzionanti con energia eolica e solare rispetto a quelli per la nucleare, ed infine i costi tra le due tipologie.

Secondo il rapporto, riferisce la redazione di World Nuclear News, pare che non vi sia terra a sufficienza per poter soddisfare l’intero fabbisogno dei Paesi Bassi e della Repubblica Ceca. L’unica alternativa, più conveniente e fattibile, sarebbe quella nucleare.

Lo studio rileva come le politiche dell’UE attualmente favoriscano le energie rinnovabili in luogo di quelle nucleari tuttavia valutando i costi pare che la predilezione risulti incoerente. Considerati invece gli aspetti positivi delle energie nucleari, gli Stati membri dell’UE dovrebbero invece valutare di inserirle tra le loro fonti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Pannelli solari
(Getty Images)

Il rapporto si chiude con una serie di considerazioni ed inviti. In primo luogo viene lanciato un messaggio, ossia quello di considerare una rinascita nucleare. Gli europarlamentari, che hanno richiesto l’inizio dell’analisi, hanno commentato i risultati affermando di aver trovato straordinario il fatto che l’Ue abbia deciso di sostituire i combustibili fossili con le energie rinnovabili, riporta WNN, senza prima effettuare un’analisi dei costi.

M.S.