Partita Iva novità per i titolari: dalle imprese ai liberi professionisti

Novità in arrivo per chi possiede la partita iva o chi sta pensando di aprirla, si parla di un piccolo contributo a fondo perduto. I dettagli

partita iva novità
Aprire la partita Iva (Free-photos_Pixabay)

Dopo la caduta del Governo non mancano di certo novità in ambito economico e politico. Tra i bonus in emanazione e i nuovi aiuti per i cittadini, molti italiani non ci stanno più capendo nulla e così si rischia di sfuggire ad alcune soluzioni importanti che potrebbero essere un grande supporto per la popolazione. In questo articolo vi parleremo di alcuni cambiamenti per i possedenti della Partita Iva. Il decreto ministeriale del 27 gennaio 2021 ha ridefinito la modalità di attuazione delle misure a supporto della piccola imprenditoria nascente. Sono stati confermati i finanziamenti agevolati e il contributo a fondo perduto per chi ha da poco avviato, o sta per avviare, un’attività.

LEGGI ANCHE>>>Bonus Irpef febbraio: di cosa si tratta e a chi spetta

Partita iva: quali sono le novità per la categoria?

cento euro a quali categorie di lavoratori
Soldi (Getty Images)

LEGGI ANCHE>>>Bonus Irpef: In arrivo 100€ in più in busta paga. Chi ne ha diritto

Con questa iniziativa tutti i possedenti di Partita Iva avrebbero la possibilità di acquisire un sostegno economico, ma dov’è la clausola? Ovviamente ci sono dei requisiti da rispettare e il Ministero dello sviluppo economico ha fatto chiarezza al riguardo. Di seguito l’elenco di coloro che potranno usufruire del supporto:

  1. Le attività devono essere di piccola o micro-dimensione. La dimensione si stabilisce seguendo la classificazione stabilita dal regolamento GBER, nello specifico nel primo allegato;
  2. Le attività devono essere create come società;
  3. Più della metà della forma societaria deve essere composta da donne o persone sotto i 35 anni;
  4. L’attività non deve avere più di 60 mesi di vita al momento della domanda;
  5. Almeno una sede deve essere sul territorio italiano;
  6. Iscrizione nel registro delle imprese. Le attività che hanno sedi legali all’estero, devono dimostrare di aver seguito la normativa estera del paese di residenza, compresa l’iscrizione a eventuali registri;
  7. Non devono trovarsi in quello che si definisce uno stato di difficoltà, quale una liquidazione volontaria.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

bonus irpef febbraio
(Getty Images)

Il contributo a fondo perduto verrà erogato solo fino all’esaurimento dei fondi; al termine delle risorse disponibili sarà possibile richiedere solo il finanziamento agevolato.

PER RIMANERE INFORMATO SU TUTTE LE NOTIZIE DEL 14 FEBBRAIO 2021 GUARDA IL TG DI YESLIFE.