Genova, svelato inquietante retroscena dietro il femminicidio di Clara. Parla un testimone

Emergono importanti risvolti sull’omicidio di Clara Ceccarelli avvenuto ieri a Genova. Parla un commesso e dice che lei sapeva già sarebbe stata uccisa

Retroscena dietro il femminicidio di Clara
Soccorritore ambulanza (Foto di Gianni Crestani da Pixabay)

Trenta coltellate avrebbero ucciso ieri Clara Ceccarelli, ennesima vittima uccisa per mano dell’ex compagno che ha confessato alla Polizia dopo aver compiuto il folle gesto. Una violenza assurda che ancora una volta richiama il delicatissimo tema legato ai femminicidi nel nostro Paese che da inizio pandemia sembrano addirittura aumentati.

La relazione tra la donna e l’ex compagno Scapuci era terminata circa un anno fa, ma l’uomo non si dava pace per la fine della loro storia così turbolenta finita nel peggiore dei modi. Lui aveva continuato a cercarla e chiamarla ripetutamente, insistenti le sue richieste di denaro per pagarsi le giocate d’azzardo. Ieri alla fine il tragico epilogo, ma oggi spuntano fuori rivelazioni inquietanti da parte di un commesso che lavorava nel negozio di Clara.

LEGGI ANCHE -> Omicidio-suicidio a Treviso, il padre uccide il figlio due anni e si toglie la vita

Scappa la rivelazione, “Clara aveva incubi e si era pagata il funerale”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Bucci (@buccisindaco)

LEGGI ANCHE -> Auto contro guardrail: ragazzo perde la vita in un drammatico incidente

A sole 24 ore dalla morte di Clara Ceccarelli, uccisa per mano dell’ex compagno Renato Scapusi all’interno del suo negozio di via Colombo a Genova con 30 coltellate, spunta una testimonianza davvero inquietante da parte di un commesso che lavorava nel suo negozio.

Sembra infatti che la donna temesse già che sarebbe stata uccisa e si era pagata in anticipo il funerale. “Due settimane fa, – ha spiegato Herbert Lima, dipendente brasiliano che saltuariamente lavorava con lei – si era andata a pagare il funerale. Forse aveva un presentimento, faceva brutti sogni e non voleva gravare sull’anziano padre e sul figlio trentenne disabile“. Parole davvero inquietanti che fanno capire il terrore che la donna poteva avere negli ultimi mesi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Retroscena dietro il femminicidio di Clara
Ambulanza (Foto di ADMC da Pixabay)

Al momento il pm Giovanni Arena ha disposto una perizia psichiatrica a carico di Scapusi, non ci sarebbero procedimenti penali a suo carico che farebbero sospettare altri attacchi verso la donna. Nelle prossime ore invece il medico legale Lucrezia Mazzarella eseguirà l’autopsia su Clara.