Monte Velino, escursionisti dispersi. Rinvenuti tre dei quattro corpi. Continuano le ricerche

Dolore e rassegnazione tra gli abitanti di Avezzano (L’Aquila) per il rinvenimento di tre corpi che appartengono agli escursionisti dispersi lo scorso 24 gennaio.

Gorizia incidente sul lavoro muore titolare azienda agricola
Ambulanza (Mario – AdobeStock)

 

 

Manca ancora una persona all’appello, continuano le ricerche. I corpi ritrovati erano sepolti sotto metri di neve in valle Majelama. Il primo cadavere ad essere stato individuato è stato quello della 25enne, Valeria Mella. Attualmente i corpi, di cui si conosce l’identità sono tre e non quattro, come in un primo momento è sembrato. Gli escursionisti che facevano parte del gruppo, oltre a Valeria Mella, erano: Gianmarco Degni, 26 anni, Tonino Durante, 60 anni e GianMauro Frabotta, 33 anni.

Il primo cadavere, ritrovato sotto metri di neve, è stato quello di Valeria Mella, in seguito sono stati individuati gli altri due. Le ricerche, che non si sono mai fermate se non per condizioni metereologiche avverse, continuano per individuare un quarto escursionista. Le operazioni di ricerca procedono con le unità cinofile ma talvolta vengono ostacolate da un vallone profondo e pieno di neve. Il corpo di Mella è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale di Avezzano, sotterrati da metri di neve giacciono ancora i corpi di Degni, Durante e Frabotta.

LEGGI ANCHE —–> Bambino di due anni ucciso da un altro bimbo: tragedia in un’abitazione

Il gruppo è stato travolto da una valanga il 24 gennaio scorso.

Padova tragedia uomo muore auto
Ambulanza Venezia (GettyImages)

.

Leggi anche —> Drammatico incidente in giardino: muore bimba di 8 anni

Simone Angelosante, consigliere regionale della Lega nonché sindaco di Ovindoli (L’Aquila), ha affermato: “Esprimo solidarietà, vicinanza ed il più profondo cordoglio alle famiglie dei dispersi del Velino in questo drammatico momento. Riposino in pace. La Marsica è in lutto”. Parole che vogliono esprimere conforto in un momento così triste, dopo quasi un mese di ricerche l’epilogo per questa triste storia è stato quello dei più funesti. Vi è ancora un disperso, una quarta persona di cui non si ha traccia, ma dopo questa macabra scoperta le speranze di ritrovarla viva si stanno affievolendo sempre più.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Salerno si lancia da balcone amante
Ambulanza (ADMC- Pixabay)

 

Tempo fa le auto degli escursionisti furono ritrovate parcheggiate sulla strada bianca che porta al monte Bicchero. Le squadre dei soccorritori seguirono le orme fino a 1.600 metri, poi il nulla, la montagna ha risucchiato Valeria, Gianmarco,  Tonino e GianMauro.