Kasia Smutniak è “la bellezza”. La FOTO che ti manda al manicomio. Splendente

La nota attrice e modella polacca naturalizzata italiana pubblica tre scatti in bianco e nero: bellissima!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kasia Smutniak (@lasmutniak)

Kasia, conosciuta su Instagram come @lasmutniak, condivide queste tre foto splendide: nella prima ride di cuore, con un sorriso folgorante; nella seconda porta le dita alla bocca in modo molto sensuale e nella terza fissa decisa l’obbiettivo della fotocamera, con un’espressione seria e intensa.

Il make-up è molto soft e le dona tantissimo!

Il post ha ricevuto più di 16.000 mi piace e 160 commenti in meno di un’ora: è stato un successo!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Kasia Smutniak, il bacio nonostante la complicata relazione – FOTO

Kasia Smutniak ha affrontato le sue insicurezze, trasformandole in punti di forza: “Ho provato di tutto!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kasia Smutniak (@lasmutniak)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Kasia Smutniak, una fata ricca di bellezza: la FOTO in compagnia del MAESTRO

Nel corso di una delle sue interviste, Kasia si è lasciata andare al racconto della malattia che, in passato, le ha recato molte insicurezze, cioè la vitiligine: “Mi sono ammalata di vitiligine 7 anni fa, all’inizio non l’ho presa per niente bene. Mi creava tantissima insicurezza, mi truccavo le mani anche solo per portare mio figlio all’asilo“.

E ancora: “Per guarire ho provato di tutto: prima sono andata dai medici e poi sono finita dai santoni, santoni di ogni genere. mi sono detta: adesso basta“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kasia Smutniak (@lasmutniak)

Infine aggiunge: “Un santone nepalese che non mi ha guarita come tutti gli altri mi ha dato però una bella interpretazione della vitiligine, mi ha detto: sei un serpente, stai cambiando la pelle“.