Il figlio 30enne ammazza a martellate il padre di 56 anni, poi chiede aiuto

La vittima, Giovanni Finotello faceva il camionista. Il figlio Gabriele, l’avrebbe ucciso al culmine di una lite avvenuta in casa

Ennesima tragedia familiare consumata questa volta a Porto Viro, in provincia di Rovigo. Nel primo pomeriggio di ieri lunedì 22 febbraio, un ragazzo di 30 anni avrebbe ucciso, secondo quanto riferito dalla cronaca locale e dagli inquirenti, il padre di 57 anni. L’uomo Giovanni Finotello, aveva 57 anni e faceva camionista, era divorziato e aveva due figli.

LEGGI ANCHE —> Bollettino del 22 febbraio: tornano in calo i soggetti attualmente positivi – VIDEO

Tragedia familiare a Porto Viro, il figlio ammazza il padre a martellate. I dettagli

Rovigo figlio ammazza a martellate padre
Martello (Foto di Ray Shrewsberry da Pixabay)

LEGGI ANCHE —> Tragico incidente domestico: bambino finisce nella lavatrice e perde la vita

Secondo le prime ricostruzioni Gabriele Finotello, 30 anni e operatore OSS proprio a Porto Viro, nella bassa rodigina, ha ucciso con un martello il padre Giovanni al culmine di una lite avvenuta in casa, in via Siviero 50 a Contarina, frazione di Porto Viro. Lo avrebbe colpito al busto e al capo, poi Gabriele ha chiamato il 118 per soccorrere il padre che era ancora vivo quando è stato portato in ospedale.

L’uomo è stato trasportato d’urgenza al vicino ospedale di Porto Viro ma è deceduto poco dopo il suo arrivo. Per lui non c’è stato nulla da fare, i medici hanno cercato di rianimarlo ma troppo forte il trauma cranico e le lesioni riportate nella colluttazione col figlio. Gabriele Finotello ieri è stato arrestato e condotto in caserma di Adria per la deposizione.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Rovigo figlio ammazza a martellate padre
Ambulanza (Foto di Alexander Heeb da Pixabay)

L’altro figlio dell’uomo non viveva in casa con il padre. Secondo una prima ricostruzione fornita appunto dalla squadra mobile e l’arma dei Carabinieri di Adria, l’omicidio sarebbe avvenuto al termine di una furiosa lite tra i due ma le indagini sono ancora in corso per maggiori accertamenti.

 

PER RIMANERE INFORMATO SU TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO GUARDA IL TG DI YESLIFE